Lasciata morire dalla madre in uno scarico tra le formiche: neonata salvata miracolosamente

E’ stata abbandonata in un condotto di scarico di una grondaia. Ma nonostante la gelida acqua piovana e la vicina colonia di formiche rosse, la neonata è sopravvissuta. Un “miracolo”, come lo ha definito Charmaine Keevy, la donna di 63 anni a cui la piccola deve la vita.


COMPRA QUI PETFOUNTAIN!

Port Elizabeth è una cittadina del Sudafrica, e la donna , uscita per una passeggiata con il suo cane Georgie , si è accorta immediatamente di quella “strana presenza” quando il suo Cagnolino ha cominciato ad abbaiare freneticamente verso il canale. All’inizio non capiva cosa era, ma poi si è accorta che era un bambino Così ha cominciato a muovere le mani nel tentativo di chiedere aiuto ad un’auto di passaggio, fino a quando l’automobilista Cornie Viljoen, 60 anni, si è fermato. L’uomo si è calato nella fenditura per recuperare il Bimbo: “Appena sono entrato nel buco, le formiche rosse mi hanno punto alle gambe; ma è stato allora che ho visto chiaramente la bambina.

Non sapevo se fosse ferita, così ho cercato di prenderla molto lentamente e lei era così piccola.

L’ho tenuta in braccio per un po’, ma sapevo che aveva bisogno di aiuto medico urgentemente” ha dichiarato l’uomo.

“Non so perché qualcuno possa fare questo ad un bambino appena nato, ma ero così felice di essere riuscito ad aiutarla e salvarle la vita. Ho detto a Charmaine di chiamare subito i servizi di emergenza”. La polizia ed i soccorsi sono arrivati immediati e i medici hanno prestato le prime cure al piccolo neonato.

“Il neonato è stato trovato nudo con il cordone ombelicale ancora attaccato, soffriva di ipotermia e problemi respiratori” ha dichiarato la portavoce del servizio di salute.

“C’è una possibilità che la persona che ha fatto questo possa provenire da fuori città. Facciamo appello a tutti i testimoni che hanno visto qualcosa e alla madre di questo bambino di farsi avanti”.

E aggiunge: “Non è ancora fuori pericolo, ma ora respira da sola e le infermiere dicono che ce la farà”.