Londra festeggia i 40 anni del punk: gli eventi del 2016

Un anno di celebrazioni in onore dello stile punk british... o British Punk

Il 2016 sarà per Londra un anno decisamente speciale: si festeggiano i 40 anni dello stile punk con 12 mesi di eventi dedicati proprio a questa cultura ribelle giovanile.

Cosa è il British Punk?

Più che di Punk, per lo specifico movimento inglese si è arrivati a parlare proprio di British Punk, per dare un nome al movimento che a metà degli anni ’70 prese spunto dai gruppi del Punk americano per sviluppare una propria tendenza totalmente “Made in England”.
L’anno preciso di nascita del British Punk viene stabilito nel 1975, quando Malcolm McLaren, rientrando dagli USA, decise di ristrutturare un suo negozio in Kings Road e aprirlo alla vendita di abbigliamento cosiddetto “anti-moda”.

i 40 anni del punk a Londra
I Sex Pistols

Tra i clienti del negozio c’erano anche i componenti della band inglese The Strand, dei quali McLaren diventa manager trasformandoli nei mitici Sex Pistols, che nel ’76 fecero uscire il loro primo singolo “Anarchy in the UK” e da quel momento, tra scandali e pubblico in ascesa, il British punk non si fermerà più.

I Sex Pistols verranno seguiti da numerose altre band: The Damned, The Clash, X-Ray Spex, Subway Sect.

Il movimento Punk rimane comunque una corrente piuttosto ramificata e di certo non inquadrabile in un’ideologia unica e definita, ne tantomeno riconoscibile esclusivamente per il look particolare fatto di borchie e pettinature trasandate. Il suo substrato ideologico si aggrappa più che altro a ideali di ribellione, caos e provocazione, e vede nell’utilizzo della droga un mezzo di autodistruzione nichilista.

In molti la giudicano una tendenza distruttiva per la gioventù, ma rimane comunque innegabile la sua importanza non solo dal punto di vista artistico, ma anche dal punto di visto di influenza sulla società.

Come festeggiare i 40 anni del Punk a Londra?

i 40 anni del punk a Londra
Non si può classificare il punk solo per il look trasgressivo fatto di borchie e acconciature strane

Concerti, eventi, esibizioni si susseguiranno a ritmo incalzante per tutto il 20016 sotto il nome di Punk London – 40 Years Of Subversive Culture.

L’intento della lunga manifestazione è quello di mettere sotto gli occhi del mondo intero come la cultura Punk abbia influenzato, e influenza ancora, il mondo giovanile, analizzandone le radici e gli sviluppi moderni. Tutta l’organizzazione, le date degli eventi e le informazioni base possono essere reperiti sul sito ufficiale Punk London.

I festeggiamenti sono iniziati già a gennaio con l’evento Resolution Festival, partito il 4 gennaio. Un festival organizzato in onore del 100 Club Punk Special che nel ’76 si svolse nello stesso luogo, il The 100 Clubs.

i 40 anni del punk a Londra
Lo storico 10o Club

L’apertura del festival verrà seguita poi da una moltitudine di altri eventi che sicuramente aumenteranno con il passare del tempo. Il programma della manifestazione prevede:

I 40 anni del punk
Il tatuaggio in esposizione al Museum of London

Tattoo London: fino all’8 maggio 2016 al Museum of London. Manifestazione nata dalla partnership tra il Museo di Londra e alcuni dei più grandi artisti nell’area tattoo a Londra. I visitatori del museo potranno ammirare in questo periodo anche il processo di creazione di questa arte moderna che tanto spazio occupa nella cultura londinese.

Doc n Roll Film presents Sound of London: fino al 30 marzo 2016 parte della stagione cinematografica sarà dedicata a film e documentari incentrati sulla cultura punk.

London Fashion week Punk Show: dal 19 al 21 febbraio un evento legato alla moda punk e organizzato nel cuore del quartiere di Soho. I migliori talenti emergenti della capitale londinese si metteranno alla prova sul tema dello stile punk.

Rockarchive’s a chunk of Punk: (2 marzo – 28 aprile) Jill Furmanovsky, famoso fotografo fondatore della Rockarchive, apre al pubblico la sua collezione privata di immagini dedicate alla cultura punk, immagini fino a poco tempo fa ritenute sovversive e tenute per questo solo in archivi privati.

I 40 anni del punk
Lo storico Rough Trade

Rough Trade 40th anniversary event: aperto nel 1976, il negozio Rough Trade è diventato una vera e propria pietra miliare del punk – un negozio, etichetta, distributore indipendente, luogo di incontro radicale e molto altro ancora. In onore del suo 40° anniversario il negozio organizzerà una serie di incontri che celebreranno lo spirito originale del punk tra il 1° marzo e il 30 novembre 2016, eventi di volta in volta pubblicizzati sul sito internet del punto vendita.

Pt Madden Sex Pistols photographs april 1976: un mese di esposizione fotografica, 15 marzo-15 aprile, presso la Wilkinson Gallery, dedicata al gruppo che ha dato origine al British Punk

Mostra Punk 1976/78 presso la British library: una nuova mostra che celebra la nascita del movimento punk con documenti inediti, vinili pregiati, interviste radiofoniche, tutto materiale proveniente dalla collezione del Jon Savage Archive alla Liverpool John Moores University.

Mostra Punk alla Michael Hoppen Gallery: (18 giugno- 26 agosto) la Michael Hoppen Gallery è stata invitata da REX SHUTTERSTOCK a esporre fotografie d’epoca che catturano l’energia del punk nel 1970 in Gran Bretagna. Situata nei pressi della Kings Road, questa galleria si trova proprio dove il Punk è nato.

Punk Display: (1 giugno – 31 luglio) tenuta in uno Show Space del Museum of London questa esposizione di abiti, fanzine e fotografie si concentrerà sulla quotidianità, mettendo in evidenza l’espressione culturale punk che si è venuta a definire giorno per giorno. All’inizio nel 2016 il museo ha iniziato a lavorare con gli studenti del Central Saint Martin per trovare ulteriori oggetti punk sopravvissuti da aggiungere alla collezione esistente del museo.

I 40 anni del punk
L’influenza del punk sulla moda inglese: Vivienne Westowood

Punk Fashion and exhibition at London Collection: (Venue TBC 10-13 giugno) celebrando l’impatto duraturo del punk britannico sulla moda da Westwood a McQueen e Vogue a Vice, la mostra metterà in evidenza quanto il punk continui a influenzare sia la moda di strada che la haute couture.

Punk Weekender: (The photographer Gallery 23 – 26 giugno) il Punk Weekender comprende una mostra di immagini iconiche da fotografi Derek Ridgers, Anita Corbin e l’archivio PyMCA, oltre a una performance esclusiva da leggende punk impermeabili. Ci sono anche i colloqui e gli eventi che celebrano la spontaneità, lo spirito e la diversità della cultura punk e la sua presenza all’interno di Soho.

Questo è solo un elenco provvisorio di eventi che potrete ammirare a Londra per festeggiare i 40 anni del punk perché la manifestazione promuove un’iniziativa molto particolare che permetterà al calendario di allargarsi:

Tutti potranno partecipare all’organizzazione di eventi punk

La parte più importante di questa manifestazione annuale è infatti il fatto che tutti potranno partecipare, anzi lo scopo degli organizzatori è proprio quello di allargare a macchia d’olio il coinvolgimento del pubblico nell’organizzazione dell’evento.
Come fare?

Semplice: chiunque può organizzare un evento e registrarsi sulla apposita pagina del sito ufficiale Punk London – Diy per essere inseriti nel calendario ufficiale della manifestazione, utilizzando anche il logo ufficiale progettato da Neville Brody, famoso designer della capitale inglese, per pubblicizzare l’evento.

Cercavate una scusa per visitare Londra? Bene eccone un’altra tra le tante, che ne pensate?