L’ospedale psichiatrico di New York

Quello che vi vogliamo raccontare è uno spezzone di vita reale… un mondo spaventoso che, ancora oggi, ci fa paura: la malattia mentale. Nessuno riesce a capire realmente cosa succede nella testa di chi soffre di questo genere di disturbi… e questa spaventa. Ma leggendo gli archivi storici e vedendo le foto che Alfred Eisenstaedt, un talentuoso fotografo di LIFE ha scattato nel 1938 all’interno del Ospedale Psichiatrico di New York sentiamo i brividi.

Allora il trattamento delle malattie mentali era molto diverso da come lo conosciamo oggi (anche se, ancora oggi, ci sono delle pratiche poco chiare in alcuni ospedali)…

Basta pensare che allora si praticava ancora la lobotomia un intervento che consisteva nella recisione delle connessioni della corteccia prefrontale dell’encefalo…

Era usata per “curare” la psicosi maniaco-depressiva, la schizofrenia, disturbi derivati dall’ansia o la depressione.

Le foto scattate all’interno dell’ospedale di New York hanno scioccato molti ma all’epoca erano la normalità. Visitando altri ospedali del genere in giro per il mondo avresti potuto imbatterti nelle stesse scene.

La malattia mentale era quasi sempre “risolta” in maniera dura e violenta.

Ma vi lasciamo giudicare da soli, guardando le foto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come appendi la carta igienica dice molto sulla tua personalità

Come appendi la carta igienica dice molto sulla tua personalità

La trasformazione prima del matrimonio

La trasformazione prima del matrimonio

Il gesto meraviglioso di Matthew Resendez

Il gesto meraviglioso di Matthew Resendez

Test di personalità, cane o gatto?

Test di personalità, cane o gatto?

La storia del rifugiato siriano che vendeva penne

La storia del rifugiato siriano che vendeva penne

La storia di una madre di nome Christin

La storia di una madre di nome Christin

Vede un uomo con un carrello pieno di giochi e non può fare a meno di domandare...

Vede un uomo con un carrello pieno di giochi e non può fare a meno di domandare...