Madre nota dei granelli neri nel naso del suo bambino

Mentre stava allattando, questa madre ha notato dei granelli neri nel nasi di suo figlio. Dopo un po', ha capito cosa era capitato ed ora vuole avvertire tutte le mamme

La mamma protagonista di questa storia, si chiama Meghan Budden e viene dal New Jersey. Ha deciso diffondere ciò che le è accaduto, per mettere in guardia gli altri genitori. Si stava soffiando il naso, quando si è resa conto che qualcosa di nero, era rimasto sul fazzoletto. Non ci ha dato molto peso e si è messa ad allattare il suo bambino.

E’ stato allora, che si è resa conto che suo figlio aveva dei granelli neri nel naso. Quando lo ha portato dal pediatra, quest’ultimo le ha detto che si trattava di fuliggine.

Non riusciva a capire come era potuto capitare, finché non le è venuto in mente che la sera prima aveva acceso delle candele profumate, per circa sei ore.

Quando ha preso la scatola delle candele, ha notato che la casa produttrice aveva rilasciato un avvertimento sulla scatola: non utilizzare per più di tre ore.

Le candele avevano prodotto fuliggine e sia lei che suo figlio, l’avevano respirata. Molti pensano che sia innocua, ma non è affatto così.

La fuliggine può causare malattia ereditaria cardiaca, asma, bronchite e altri problemi respiratori. Pensate che negli Stati Uniti provoca 20.000 morti premature e 300 mila attacchi di asma, ogni anno.

Quello che Meghan vuole dirci, condividendo con noi la sua storia, è di prestare attenzione alle istruzioni dei prodotti e di essere consapevoli che la fuliggine non è innocua.

Si è informata molto, riguardo l’argomento ed ha scoperto che c’è un modo per evitare che le candela la producano: tagliare il filo della candela in modo che si trovi a circa 0,3 cm sopra la cera e non lasciare mai una candela accesa in un luogo dove ci sono correnti d’aria. Se si vede la formazione della prima fuliggine, bisogna spegnere subito la candela.

Le candele profumate, utilizzate per la casa, contengono elevate quantità di limonene, una sostanza innocua per la nostra saluta, ma che a contatto con l’ozono, si trasforma in formaldeide, un elemento estremamente cancerogeno.

Di seguito, il video della storia di Meghan:

Condividete l’avvertimento di questa mamma, perché è molto importante! Ricordate, leggete sempre le etichette dei prodotti!

Il segreto delle forbici aperte sotto il materasso

La storia di Analìa e della sua piccola guerriera Luz Milagros, nata a sei mesi di gestazione

Conosci questa strana scrittura? L'hanno inventata per prendere appunti più facilmente

Il Virus della stupidità esiste si chiama ATCV-1 ed è una malattia

I mille usi delle patate

Come i segni zodiacali reagiscono ai complimenti

La lettera di addio della figlia 16enne