Maltratta la figlia adottiva davanti a tutti, finché un estraneo, stufo, decide di intervenire

Nel mondo, come già saprete, ci sono migliaia di bambini orfani, o comunque soli, che vengono dati in affidamento a famiglie adottive. Nella maggior parte dei casi, crescono felici e hanno una seconda possibilità di realizzarsi nella vita, ma in alcuni casi, invece, non vengono trattati bene come si crede..



COMPRA QUI PETFOUNTAIN!

ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Ci sono stati doversi casi in cui i genitori adottivi, hanno abusato dei bambini perché non hanno alcuna cura o interesse per loro, ma semplicemente per il sussidio che ricevono adottandoli. Ed è proprio di questo che parla la storia che vi stiamo raccontando, “accaduta” in Arizona. Una madre di nome Angela, mentre sta mangiando al ristorante, si arrabbia con la figlia adottiva Emma, dinanzi l’altro suo figlio biologico, Xavier. Quest’ultimo otteneva tutto ciò che voleva e chiedeva, mentre Emma veniva sgridata per ogni piccola cosa. Le prelibatezze che avevano ordinato erano solo per il suo vero figlio… quando Emma le chiede un po’ di gelato, proprio come quello di suo fratello, la donna, spietata, le risponde: “lui è mio figlio, a te ti abbiamo adottato, il gelato è solo per lui e se dici un’altra parola, ti rimando dove ti ho preso.” Non ci volle molto prima che un altro cliente, seduto accanto a loro, dopo aver sentito la strega parlare, decidesse di intervenire! Guardate prima il video:

Sappiamo esattamente ciò che state pensando, ma è giusto che sappiate che si tratta solo di un esperimento condotto e filmato dallo show televisivo americano “What Would You Do?”, con lo scopo di mostrare la reazione delle persone.

La famiglia, composta da Angela, Emma e Xavier, è una famiglia di attori vera, unita e che si ama, ingaggiata per mettere in atto questa scenetta.

Ma gli ospiti del ristorante, loro no, non sanno nulla, non sanno di essere ripresi!

Questo filmato serve a sensibilizzare e a mostrare che le persone buone, pronte ad intervenire in casi così, esistono ancora.