Mantova: donna partorisce la sua bambina, nonostante sia incosciente

La sventura di questa donna, è iniziata tre mesi fa, quando, a causa di un inaspettato arresto cardiaco e poi un ictus, è entrata in coma. E’ stata ricoverata all’ospedale Carlo Poma di Mantova. Al momento della tragedia, la trentatreenne era in dolce attesa di una bambina di cinque mesi.


I medici hanno cercato in ogni modo di permetterle di portare avanti la gravidanza e, allo stesso tempo, di curare lei. Hanno atteso, monitorando costantemente la situazione, che gli organi della neonata si formassero completamente e hanno poi deciso preparare la donna per un taglio cesareo. Arrivare a nove mesi, sarebbe stato troppo rischioso per entrambe, mamma e figlia. Così, giovedì scorso, questa donna, mentre era in coma, ha dato alla luce la sua bambina, che è nata sana, con un peso e una lunghezza assolutamente nella norma. E’ stata ricoverata nel reparto neonatale dello stesso ospedale e i medici la stanno tenendo sotto controllo. Non si sa, invece, cosa abbia realmente provato la sua mamma, ne se se ne sia resa conto. Secondo gli specialisti che l’hanno operata, durante il parto, la donna ha aperto gli occhi, ma nessuno può dire se si sia accorta di ciò che stava accadendo. Purtroppo non parla e non comunica, nessun medico è ancora in grado di dire quali danni  l’ictus le abbia comportato, se momentanei o permanenti. Finché non comunicherà, anche con un piccolo gesto, nessuno sa cosa stia provando questa mamma.

Il papà le sta accanto, ogni giorno, così come si prende cura della sua bambina.

Noi ci auguriamo che presto questo incubo finisca e questa mamma possa finalmente abbracciare la sua bambina.

In bocca al lupo guerriera, tieni duro!