Maturità 2018, i portafortuna degli studenti

Ecco cos'hanno!

Quali sono i portafortuna dei ragazzi italiani impegnati in questi giorni negli esami di Maturità 2018? Ammettiamolo, ognuno di noi ha un suo oggetto portafortuna o un rito scaramantico al quale non rinuncia mai poco prima di un appuntamento importante. Ne abbiamo cambiati magari tanti nel corso della nostra vita oppure conserviamo da sempre perché ci sentiamo a nostro agio ad averlo con noi. Skuola.net, in vista della prossima Maturità 2018, ha chiesto a 500 maturandi i loro segreti per assicurarsi una buona sorte.


1 studente su 5 si siede sempre vicino al proprio compagno di banco fortunato, quello che porta bene e che magari è anche il più bravo della classe. Magari riuscirà a darci una mano mentre saremo impegnati con una delle prove scritte dell’esame di stato che stanno per affrontare tantissimi studenti italiani all’ultimo anno della scuola superiore. Il 9%, invece, si siete nel suo banco fortunato!

Il 19% degli intervistati, poi, indossa un accessorio porta fortuna: può essere un braccialetto, una collanina, un ferma capelli o magari un orologio. In realtà non importa quali sia l’oggetto, l’importante è che possa procurare fortuna a chi lo indossa. Non ci sono solo oggetti portafortuna, ma anche indumenti… Anche mutande, ebbene sì!

E lo sapete che, invece, il 14% degli intervistati porta sempre con se un santino? C’è anche chi vuole creare un altarino al suo santo protettore, magari da sistemare proprio sul banco. L’8% degli intervistati, poi, chiede un aiutino dall’alto, mettendosi a pregare o compiendo riti religiosi per sperare che qualcuno da lassù ci metta nella sua ala protettrice.

C’è anche chi usa una penna magica e speciale durante le prove scritte, magari proprio quella che ha portato bene negli ultimi anni. E’ così per il 10% dei maturandi. C’è chi, invece, fa dei veri e propri riti prima di un evento così importante: dormire con un preciso pigiama, mettere la sveglia a una certa ora e così via.

Infine, c’è chi fa un fioretto: sarà così per il 4% dei maturandi. E chi, invece, porta con se un pezzo della famiglia a sostegno. Può essere una collana della mamma, l’orologio del nonno, cimeli di famiglia…