Meglio Maiorca o Minorca? Guida alla scelta

Due stupende isole battenti bandiera spagnola, due cugine che mettono un dubbio: quale scegliere?

 

Le isole Baleari ogni anno attirano un’ondata incredibile di turisti desiderosi di divertimento “spagnolo” o di bel mare, sole o belle spiagge. Tolta però Ibiza, spesso scelta solo per la sua vita notturna, e Formentera vista come l’isola vip silenziosa e Mondana, Maiorca e Minorca finiscono spesso per confondersi nella mente dei vacanzieri che difficilmente arrivano a una scelta consapevole.
Meglio scegliere Maiorca o Minorca? La via per decidere è meno confusa di quanto si pensa anche perché entrambe hanno caratteristiche positive o negative piuttosto nette. Allora quale delle due fa per te? Vediamo di mettere insieme una piccola guida alla scelta.

Maiorca: punti positivi e punti negativi

perché scegliere Maiorca
Un bagno a Cala des Moro

Maiorca è la più grande isola delle Baleari e anche la più varia. Se vogliamo partire dai punti negativi per poi respirare con il positivo posso dirvi che purtroppo il turismo l’ha condannata a una cementificazione selvaggia che ne ha deturpato parte dell’aspetto soprattutto nel golfo di Palma città.

Altro punto negativo è la sua specializzazione nel turismo tedesco e inglese che l’ha vista dotarsi di un’infinità di “punti da bevuta” più che in altro, soprattutto nelle città più grandi e sempre nel golfo di Palma.

Tolto questo, e se non lo avete capito tolta l’area del golfo, Palma ha una grande varietà di possibilità tra natura, architettura e arte in grado di rendere una vacanza (anche lunga) poco noiosa.

perché scegliere Maiorca
Perché scegliere Maiorca

Chi vuole vita notturna sceglie le grandi città, ma queste sono anche il luogo della bella Cattedrale, del museo di Mirò o anche di opere di Gaudi.

Allontanandosi dai centri abitati si trovano poi stupende spiagge come Es Trenc, Playa de Formentor, Cala des Moro o anche pittoreschi paesini come Valdemossa e Pollença. Gli amanti dell’avventura poi troveranno strabiliante una discesa alle grotte sotterranee Coves de Drach e Coves de Genova.

La vita a Maiorca è varia e spesso ci si può accorgere che, lasciandosi trascinare dal sole e dalla bellezza del mare, si dimentica molto altro.

Minorca: punti positivi e punti negativi

perché scegliere Minorca
Perché scegliere Minorca

Minorca è la seconda isola delle Baleari  per estensione ed è anche quella che è riuscita a tenersi più lontana dal turismo di massa, o meglio dagli estremi negativi del turismo di massa.

Questo significa che l’isola è meno “rovinata” dall’architettura turistica e ancora un paradiso naturale. L’isola è anche Riserva Naturale della Biosfera quindi, anche se spesso con molte alghe, si trovano anche piccole insenatura da film.

A nord la costa è più selvaggia e con poca vegetazione, a sud, al contrario, si fa più dolce e le spiagge diventano dolci cale più o meno grandi, di sabbia fine incorniciate da vegetazione mediterranea. A sud si trova infatti Son Saura considerata sicuramente la più bella spiaggia di Minorca, anche se la più famosa è Son Bou, la più attrezzata.

La capitale Mahon è un altro punto da visitare. Niente a che vedere con le città di Palma: a Mahon l’ampiezza del porto lascia a bocca aperta, ma stride profondamente con le dimensioni della città piuttosto raccolta intorno al suo centro storico. Oltre la capitale sono sparsi qua e là paesini pittoreschi, di vita tranquilla e comode passeggiate.

Nonstante si tratti di un’isola delle Baleari, sembra lontano il turismo dell’alta stagione, tutto sembra essere lento e tranquillo. La pace regna sovrana!

Il negativo sta soprattutto nei prezzi: si può dire che questa esclusività porta con se prezzi ben più elevati della cugina Maiorca (anche se comunque inferiori alla “vipposa” Formentera).

Chi deve prenotare a Maiorca e chi no?

Se non sai deciderti tra natura e vita hai vita facile nello scegliere Maiorca: quest’isola è infatti adatta a tutti, anche a chi non piace il caos notturno, basta allontanarsi dalle grandi città e scegliere uno dei grandi paesini sulla costa. Da questo punto di vista risulta adatta sia a famiglie che giovani che coppie, il tutto anche a prezzi abbastanza economici sia per il fatto di essere raggiunta da un’infinità di charter di tour operator sia per quello che qui arrivano anche vari low cost.

Non sceglierla se ti ritrovi in alta stagione e odi la folla perché questa bellezza e varietà attira molte persone dai 20 ai 90 anni.

Chi deve prenotare a Minorca e chi no?

Ti piace una vacanza tra la natura, in un posto più esclusivo e lontano dal caos? Non ti interessa la vita notturna, ma piccoli paesini da passeggiata serale?

Ecco Minorca è la scelta giusta: la più autentica delle Baleari non è probabilmente adatta ai giovani in cerca di sfoghi notturni, ma famiglie e coppie alla ricerca di tranquillità relax e contatto con il verde e con il mare sono portate fondamentali su questa isola.

Ti ho convinto? Tu quale sceglieresti o hai già scelto? Qualsiasi scelta tra Maiorca e Minorca comunque sarà una scelta indovinata nello splendido Mediterraneo estivo.