Migranti, Tunisia convoca l’ambasciatore italiano: “Profondo stupore per le frasi di Savini”

Matteo Salvini è il nuovo ministro degli interni Italiano, ma le sue dichiarazioni di ieri, non sono andate giù al ministero degli esteri Tunisino. Infatti il leader della lega, ieri ha dichiarato che la Tunisia, non sta esportando gentiluomini, ma spesso e volentieri esporta solamente galeotti.


Una frase quella di Salvini, che ha suscitato stupore in que di Tunisi, tanto che il ministro degli esteri tunisino, ha convocato Lorenzo Fanara l’ambasciatore italiano del suo paese. Le perplessità di Tunisi arrivano nonostante la volontà espressa da Salvini di parlare con il suo omologo tunisino. Il problema sollevato è che le frasi del ministro dell’Interno “non riflettono la cooperazione tra i due paesi nel campo della gestione dell’immigrazione e indicano una conoscenza incompleta dei vari meccanismi di coordinamento esistenti tra i servizi tunisini e italiani”. E per questo motivo che Tunisi ha convocato il nostro ambasciatore in un incontro “cordiale”. Durante il colloquio, è stata ribadita la volontà del nuovo governo di rafforzare la cooperazione bilaterale per poter approfondire le condizioni del partnerariato strategico tra i due paesi e per fronteggiare le problematiche comuni che riguardano il fenomeno migratorie. “Stiamo già lavorando a prossime visite governative”, assicura inoltre l’ambasciatore.

Il diplomatico Italiano, è stato incaricato dallo stesso Salvini di informare le autorità Tunisine, sulle dichiarazioni di Matteo Salvini spiegando che:

“sono state prese fuori contesto” e dicendosi “disposto a rafforzare la cooperazione tra Italia e Tunisia nel suo ambito di competenza”.

La replica del nostro ministro è arrivata immediata:

“Saremo ben contenti di organizzare un incontro nel più breve tempo possibile con il collega ministro dell’Interno tunisino per rafforzare e rinsaldare i rapporti sul fronte immigrazione”.