Mordere le unghie, personalità

Mordersi le unghie è un segno questo tipo di personalità. Ma attenzione agli effetti pericolosi di questa abitudine.

Home > Lifestyle > Mordere le unghie, personalità

Mordersi le unghie è un segno questo tipo di personalità. Ma attenzione agli effetti pericolosi di questa abitudine. E tu, ti mordi le unghie? Scopri cosa significa secondo un nuovo studio.

Mordere le unghie non è un problema solo estetico perché è un’abitudine molto difficile da sradicare che richiede una grande forza di volontà e controllo su se stessi. Il 50% della popolazione, per lo più donne, soffre di questo problema e solitamente appare tra 10 e 18 anni e può estendersi per tutta la vita.

Per anni, si è creduto che l’abitudine di mordere le unghie fosse un indicatore inequivocabile di temperamento nervoso e ansia. Tuttavia, secondo un nuovo studio, questo e altri comportamenti ripetitivi “centrati sul corpo” potrebbero essere segnali di qualcosa di molto diverso.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Behavioral Therapy e Experimental Psychiatry (JBTEP, per il suo acronimo in inglese) assicura che mordere le unghie possa essere un indicatore di perfezionismo.

“Crediamo che le persone con questi comportamenti ripetitivi possono essere perfezionisti, significa che essi sono in grado di rilassarsi e svolgere i loro compiti a passo normale. Sono quindi soggetti a frustrazione, impazienza e insoddisfazione quando non riescono a raggiungere i loro obiettivi” , commenti Dr. Kieron O’Connor, autore dello studio.

Lo studio consisteva in 48 partecipanti con abitudini ripetitive, come mordersi le unghie, che dovevano rispondere a una serie di domande per determinare il loro comportamento organizzativo e la regolazione emotiva.

Le persone che hanno l’abitudine di mordersi le unghie sono viste come persone perfezioniste, organizzative, hanno un tipo di personalità caratterizzato dalla tendenza di fare piani dettagliati e sovraccarivarsi di lavoro, e sono spesso frustrati dalla mancanza di attività. Mordere le unghie e altre abitudini simili, sono comportamenti ripetitivi che si assumono per liberare l’energia repressa.

Mordere le unghie potrebbe sembrare qualcosa di completamente innocuo, ma la realtà è che può scatenare infezioni e danni a lungo termine, come indebolimento dei denti e unghie deformate. Questi rischi e la comunanza di questa abitudine hanno reso le unghie mordenti uno dei settori principali in cui gli psicoterapeuti lavorano con i loro pazienti.  “Questi risultati suggeriscono che le persone che soffrono di comportamenti ripetitivi potrebbero beneficiare di trattamenti progettati per ridurre la frustrazione e la noia e modificando il loro perfezionismo”, ha detto Sarah Robert, che ha aiutato l’autore dello studio.