Organizzare la postazione video youtube in maniera intuitiva

 

Per essere youtuber di successo è necessario possedere contenuti accattivanti, ma organizzare la postazione video youtube in maniera intuitiva può aiutarci ad aumentare in maniera esponenziale il numero dei nostri fan.

Organizzazione a tema

Prima di partire a girare i primi video, è bene che abbiate le idee molto chiare su quale strada desiderare intraprendere come youtuber. Se la vostra passione sono i trucchi e i capelli, organizzate gli spazi della vostra location in modo che possano risaltare accessori inerenti al tema, come i pennelli, le palette, le parrucche o le tavole di colore. Se, invece, siete appassionati di videogame o di libri, create sfondi fantasiosi magari ideati con programmi professionali o semplicemente inserite alle vostre spalle delle bacheche colme di dischetti o di volumi e best sellers.

Se desiderate creare un canale Youtube che tratti di molte tematiche, potete sbizzarrirvi cambiando la postazione ogni volta che lo desiderate, l’importante è che sia sempre attinente al tema che volete affrontare.

Postazione Youtube
Postazione Youtube

Sfruttate il potere delle luci

Le luci, spesso sottovalutate, sono molto importanti ai fini dell’ottima realizzazione del video. Circondatevi di candele, lampadari, lampade, plafoniere e cercate di girare i vostri video sempre di giorno, in modo che i raggi solari penetrino dalle finestre. Se siete costretti a registrare di sera o di notte oppure vi trovate in una zona buia della vostra casa, potete modificare il video, una volta concluso, aumentandone il contrasto, l’illuminazione e cercando di fixarne gli effetti in modo che risulti più gradevole possibile al vostro pubblico. E’ risaputo che un’immagine chiara e pulita attiri più visitatori rispetto a un video opaco e spento.

Postazione Youtube
Postazione Youtube

Giocate con i colori, ma non troppo

Molti degli youtuber più famosi preferiscono realizzare delle postazioni allettanti, che attirino l’attenzione dei fan grazie alla disposizione degli oggetti e sopratutto ai colori, sempre vivaci e in contrasto tra di loro. Questa scelta può rivelarsi azzeccata, ma, se non siete molto pratici, potrebbe addirittura penalizzarvi. Le donne e sopratutto le giovani tra i 13 e i 26 anni fanno parte di quella grande fetta di pubblico che guarda un video su Youtube almeno una volta al giorno: colmo, ormai, di tutorial di bellezza e sul fai da te, Youtube è fonte di ispirazione per milioni di giovani. Se trattate di tematiche femminili, quindi, fareste bene a non appesantire troppo la vostra postazione video con colori accesi, in modo da non stancare le vostre fan donne più accanite!

postazione youtube
Postazione Youtube

Fatevi conoscere senza parole

Scegliere una postazione Youtube inerente alle tematiche delle quali trattate è sicuramente la scelta giusta, ma non quando queste si discostano dalle vostre passioni e dai vostri pensieri. Se, ad esempio, siete affascinati da temi delicati come l’anoressia, la violenza sulle donne o il bullismo, non siete assolutamente obbligati a organizzare lo spazio in modo che risalti questi argomenti. Approfittatene, piuttosto, per farvi conoscere intimamente, e inserite all’interno della location degli oggetti che esprimano il vostro modo di essere: più lasciate che i vostri fan si affezionino a voi, più possibilità ci saranno di aumentare il numero dei seguaci su Youtube.

Postazione Youtube
Postazione Youtube

Pulizia e ordine

Ultimi, ma non meno importanti, la pulizia e l’ordine. Prima di girare un qualsiasi video sul vostro canale Youtube, ricordatevi di ordinare e di pulire la vostra stanza. La presenza di abiti messi alla rinfusa, di libri di scuola aperti e del pavimento ancora da spazzare non attirano nessuno. Cercate di apparire più impeccabili possibili, ma, se proprio non vi va di darvi alle pulizie di primavera soltanto per girare un video di pochi secondi, potete inserire dietro di voi un telo colorato, mettervi davanti a una parete classica oppure utilizzare dei programmi di grafica per ideare uno sfondo ad hoc.

Crediti: Google Immagini

di Clarissa Cusimano