Padre trova sua figlia mezza nuda, dormendo sul divano con uno sconosciuto

Padre trova sua figlia mezza nuda, dormendo sul divano con uno sconosciuto. L'imprevedibile reazione del padre ha cambiato per sempre le loro vite, e ha fatto il giro del web scioccando migliaia di persone.

Home > Lifestyle > Padre trova sua figlia mezza nuda, dormendo sul divano con uno sconosciuto

Essere un genitore può essere la cosa più difficile che ci sia. All’inizio forse si pensa che è tutto dare amore e riparo al bambino. Ma nel tempo il ruolo del padre si sviluppa diventando molto di più ampio e si insegna ai bambini i valori della vita e come trattare le altre persone. Questo padre ha condiviso la sua storia su Reddit e ora migliaia di persone lo applaudono.

 

Il suo comportamento quando ha trovato sua figlia sdraiata accanto a una persona completamente sconosciuta è stato inaspettato.Questo è ciò che il padre ha scritto: Una mattina, quando sono andato al piano di sotto, ho trovato proprio questa scena: mia figlia di 17 anni che era mezzo nuda con uno sconosciuto nel nostro divano di famiglia, sembrava come se avessero avuto una notte di “duro lavoro” per entrambi. Sono andato a fare colazione e sono andato a dire a mia moglie, a mio figlio e alla mia altra figlia più piccola di non fare rumore, perché c’erano ancora persone che stavano dormendo. Il nostro tavolo era di fronte al divano, a pochi metri dal divano dove dormivano. Quando siamo andati a tavola per la colazione, ho detto ad alta voce: “GIOVANE”. Non ho mai visto nessuno alzarsi così in fretta nella mia vita. Questo giovane uomo si era spostato dalla posizione orizzontale a una posizione eretta in una frazione di secondi. “La colazione è pronta,” dissi, tirando fuori la sedia accanto a me. “Sediamoci”. Si alzò in piedi, cercando di nascondere la protuberanza del mattino in mutande. Un rigonfiamento piuttosto impressionante che devo ammettere. Anche mia moglie e mia figlia più giovane sono rimaste intimidite!

“La colazione è pronta,” ho detto con forza. Ho preso una sedia e ho detto “siediti”. La mia famiglia mi ha guardato ma non ha detto nulla. Dopo essersi vestito, ha percorso i pochi metri tra il divano e il tavolo da pranzo, senza dubbio i metri più difficili della sua vita. Avrei voluto scoppiare e cacciarlo di casa, rintanando mia figlia nella sua stanza per il resto della sua vita. Ma..

Nel modo più calmo, dissi: “Sto per farti una domanda. La risposta è molto importante … per te. ” Ora era seduto lì sudato. “Ti piacciono i gatti?” Ho chiesto. Sembrava che fosse un bravo ragazzo e molto gentile. Chiaramente non educato, ma nemmeno stupido. Mia figlia mi ha assicurato che era molto buono e molto attento. Lo conosceva da circa un mese, ma non aveva mai passato la notte qui.

Ha detto che non aveva famiglia, né istruzione, né lavoro stabile. Lei lo amava. Lui la amava. Chi ero io per impedire loro di imparare dai propri errori?  Negli 8 mesi successivi veniva a cercarla la mattina per andare a scuola con la sua bicicletta, e la portava di sera. Si è preso cura di lei quando era malata. Si è assicurato che stesse facendo i compiti. Un sacco di tempo e sforzi sono stati investiti, vicino a mia figlia. Aveva anche una santa pazienza quando lei era di cattivo umore.

A un certo punto mio ​​figlio venne a chiedermi se sapessi di più su questo giovane uomo. Era un giovane senzatetto, suo padre si era suicidato. La madre si è anche suicidata quando lui aveva solo 15 anni. Andò a vivere in strada per 3 anni. Ha dormito nei parchi, nei rifugi per i senza tetto, da “amici” e in alberghi economici. E’ andato avanti facendo piccoli lavori di costruzione per concedersi il lusso di mangiare.

Ma tutto questo non ha importanza perché quello che ho visto ora era un giovane di 18 anni, sempre gentile e disponibile, veniva a casa con un sorriso e se n’è andava con un sorriso. Ci ha aiutato … e, cosa più importante di tutte, ha reso felice mia figlia. Era un ragazzo che non ha mai avuto l’opportunità di essere un bambino. A volte, non si presentava da qualche giorno, perché aveva un lavoro di costruzione fuori città.

La mia figlia più giovane si fidava di lui e sapeva che non avrebbe mai fatto del male a sua sorella maggiore, mia moglie aveva sviluppato un istinto materno per lui e a mio figlio piaceva. Io? Ero preoccupato per lui, volevo che fosse felice.  Il giorno dopo aver appreso la sua situazione, gli ho dato la chiave della casa, gli ho detto che lo aspettavo a casa ogni sera. Nelle settimane che seguirono, rinnovammo la stanza degli ospiti e acquistammo i mobili.

Era molto bravo nel costruire cose e mi ha detto che gli piaceva costruire. Quindi lo abbiamo aiutato a studiare in modo che potesse lavorare di più su questo. Tutto questo accadeva nel 2000. Oggi, 15 anni dopo, mia figlia e mio genero mi hanno regalato tre meravigliosi nipoti. L’anno scorso hanno avuto due gemelli, una bambina e un bambino. Hanno una società redditizia e si amano più di ogni altra cosa al mondo (e sì, al marito di mia figlia piacciono i gatti).

Questa storia ci insegna che la prima impressione di una persona non è sempre corretta. Non dovremmo giudicare prima di conoscere le persone.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI