Pasqua 2016: come trascorrerla in città

C'è chi parte per località verdeggianti e chi preferisce rimanere in città: vediamo insieme cosa fare

 

Domenica 27 marzo: Pasqua 2016 è quasi arrivata e il lungo weekend festivo è praticamente a portata di mano, vi siete organizzati? Anche se siete in città non preoccupatevi, le alternative sono molte, anzi moltissime.
Rispetto all’anno scorso la Pasqua arriva prima e si ritrova in un periodo climaticamente molto “complicato”: tra l’ingresso della primavera e le ultime nevicate che proprio quest’anno hanno scelto marzo per presentarsi in molte parti d’Italia.
Nonostante questo, le prenotazioni degli italiani mostrano che il weekend di Pasqua è sempre molto apprezzato per dedicarsi alle città d’arte soprattutto se italiane.

1- Pasqua a Firenze

Pasqua in Città
Il Carro che scoppia

In molte città italiane potrete vivere nella settimana di Pasqua una molteplicità di tradizioni  e uno degli eventi che vi invito a non perdere è a Firenze: lo Scoppio del Carro a Firenze.
La tradizione racconta che l’evento sia legato al periodo delle Crociate e che simboleggi la liberazione del Santo Sepolcro.

Il carro che viene utilizzato per girare la città è ancora il carro di 600 anni fa, ogni anno riposto in attesa della processione dell’anno successivo e, più volte, restaurato.

2- Pasqua a Modica

Pasqua in Città
Il Bacio tra Maria e Gesù

La Sicilia è una regione dove non si finirebbe mai di fare una lista di processioni e tradizioni. Ogni città ha la sua processione, le sue statue, i suoi riti. A Modica la processione prevede il giro della città con la statua della Madonna Vasa Vasa. La Madonna arriva alla Piazza di San Domenico dove incontra la statua di Gesù e lo bacia.

3- Pasqua a Piana degli Albanesi

Pasqua in Città
Pasqua a Piana degli Albanesi

Piana degli Albanesi è una città a sud di Palermo che nel 1488 fu fondata da immigrati albanesi in fuga da una invasione turca.

Nel suo parziale isolamento geografico questa città è riuscita a mantenere molte delle sue tradizioni tra le quali anche i festeggiamenti della Pasqua ortodossa.

Le feste pasquali iniziano la domenica delle palme quando una processione va a rappresentare l’arrivo di Gesù a Gerusalemme. Tutta la settimana la festa va avanti con vari eventi fino ad arrivare alla domenica di Pasqua. A Pasqua gli abitanti indossano abiti tipici del XV secolo e vengono dipinte di rosso le uova. Bella anche la processione del Sacro Velo.

4- Pasqua a Sulmona

Pasqua in Città
La Madonna che Scappa di Sulmona

Non tutti conoscono la piccola Sulmona, in provincia de L’Aquila, ma la sua tradizione pasquale della Madonna che Scappa è tra le più conosciute d’Italia. Si tratta di una tradizione che risale agli inizi del ‘600.

Il rito è una rappresentazione dell’incontro della Madonna con il Cristo Risorto. La statua di Gesù viene portata su un baldacchino all’estremità sotto l’arco centrale dell’Acquedotto Svevo. La statua della Madonna è invece vestita a lutto e, prima di cominciare la sua corsa, il rituale prevede che San Giovanni si rechi da lei due volte per convincerla che Cristo Risorto la sta aspettando.

Dopo la doppia visita il portone della chiesa di S.Filippo si apre e grazie a un “trucco” creato con dei fili e conosciuto soltanto dalla confraternita, la Madonna perde l’abito nero. La statua rimane vestita con un abito verde ricamato d’oro (simbolo di speranza per l’anno che verrà) e una rosa rossa tra le mani.

Contemporaneamente si levano in volo 12 colombe che accompagnano con il loro volo la corsa di Maria, mentre la statua della Madonna parte per la sua corsa portata a braccia da un gruppo di uomini, mentre la banda suona, i mortaretti esplodono e la gente si commuove e urla, finché la Madonna non raggiunge la statua del Cristo Risorto.

Se tutta la processione va avanti senza intoppi, questo è presagio di buona ventura per l’anno che verrà.

5- Pasqua a Trapani

Pasqua in Città
I “misteri” di Trapani

Torniamo in Sicilia per un altro rito particolarmente sentito e seguito: la Processione dei Misteri. La processione avviene il Venerdì Santo e prevede una lunga processione lungo la quale vengono portate a spalla pesantissime Statue di legno, i cosiddetti “misteri”, statue vecchie di secoli e che rappresentano le varie scene della passione di Cristo.

6- Pasqua a Roma

Pasqua in Città
Credits: Alessandro Bianchi

La Pasqua romana è religiosamente l’evento più seguito d’Italia anche per il fatto che alle sue Via Crucis partecipa personalmente il Papa, ma comunque amata dai turisti anche per la scenografia: si svolge proprio di fronte al Colosseo. Insomma un mix tra pagano e cristiano che non ha eguali al mondo.

7- Pasqua a Cattolica

Pasqua in Città
Pasqua a Cattolica

Non solo religione a Pasqua in giro per l’Italia. Sono numerosissimi gli eventi culturali e culinari sparsi per lo stivale.

A Cattolica, per esempio, potrete partecipare all’edizione 2016 della Fiera degli antichi sapori dedicata ai sapori tipici della cultura culinaria italiana. Tanti stand, ma anche tanti spettacoli.

8- Pasqua a Torino

Pasqua in Città
Un’esibizione di Tango

C’è chi a Pasqua si da al ballo. A Torino si ripete infatti l’evento International Tango Torino Festival ormai arrivato alla sua 16° edizione.
Cinque giorni, 24-28 marzo, per dedicarsi al sensuale Tango. Per tutti gli eventi del programma si può visitare la pagina dedicata del comune di Torino.

9- Pasqua a Piana di Sorrento

Pasqua in Città
Pasqua a Piana di Sorrento

Durante la settimana santa, Piana di Sorrento è interessata da ben sette processioni organizzate da quattro confraternite.

C’è la processione bianca, organizzata dalla Arciconfraternita della SS. Annunziata, oppure sei processioni organizzate dalle Confraternite della Morte e Orazione (di colore nero), della SS. Trinità (di colore rosso)  dei Pellegrini e Convalescenti e della Purificazione di Maria.

Caratteristica suggestiva delle due processioni nere delle Confraternite della Morte e Orazione è l’imponente coro del Miserere: un complesso di circa 400 cantori che cantano il Miserere di Selecchi.