Perché il Big Ben non suonerà più a Londra

Per 4 anni non sentiremo più i suoi rintocchi.

Home > Lifestyle > Perché il Big Ben non suonerà più a Londra

Il Big Ben non suonerà più! Lunedì 21 agosto i dodici rintocchi di mezzogiorno sono stati gli ultimi per la torre dell’orologio del Palazzo di Westminster a Londra, dove ha sede il Parlamento inglese, simbolo di una nazione intera. Come mai è stata presa questa decisione? Niente di allarmante, è solo che il Big Ben ha bisogno di alcuni lavori di ristrutturazione e di riparazione. Che dovrebbero durare per bene 4 anni: forse risentiremo i suoi rintocchi solo nel 2021!

Il Big Ben ha bisogno di un’opera di restyling perché nel 2015 per due settimane l’orologio ha suonato le ore in anticipo o in ritardo fino a sei secondi. Era necessario un intervento per sistemare il meccanismo interno che da 157 anni scandisce le giornate dei londinesi.

In realtà in questi 4 anni di lavori sentiremo ancora la sua voce: negli eventi più importanti i rintocchi continueranno a fare eco nel cielo londinese, mentre l’orologio continuerà a funzionare correttamente, grazie a un motore elettrico.

E’ dal 1985 che il Big Ben non viene sottoposto a interventi seri, ma ora è necessario per poter permettere alla torre di Londra di funzionare alla perfezione. Inoltre verrà installato un ascensore per permettere un’eventuale evacuazione rapida dai piani alti e permettere alla persone disabili di visitare il celebre monumento inglese visitato ogni anno da più di 12mila persone.

Ovviamente l’intervento di ristrutturazione dell’orologio di Palazzo Westminster è stato preso di mira da alcuni deputati che non vedono di buon occhio questa iniziativa: sotto accusa la lunghezza dell’intervento stesso. Ben 4 anni… Ma se ci vogliono, che protestate a fare?

Anche Theresa May non è d’accordo. 4 anni senza rintocchi del Big Ben sono lunghi da sopportare e chiede, insieme ai deputati ribelli, di far suonare il Big Ben almeno la sera e la notte!