Perché la corsa non sempre fa bruciare i grassi

Consigli per migliore l'attività fisica e perdere peso

 

È il primo di marzo e ti sei resa conto che l’estate sta arrivando, ancora lontana, ma mai troppo quando si tratta di remise en forme. “Comincerò a correre” è il primo pensiero che abbiamo in tanti, per rimetterci in forma e perdere qualche chilo accumulato con il sedentario inverno e il seducente comfort food.
La corsa è il refugium peccatorum di tutti quelli che a digiuno di un’attività fisica costante e variegata cercano una soluzione dell’ultimo minuto fai da te e a costo zero.
La corsa fa bene come esercizio aerobico per il corpo, ma siamo sicuri che sia ottimale per perdere peso? Ti è sembrato che nonostante i minuti di corsa sostenuta, dopo una perdita di peso iniziale il tuo metabolismo sia andato in vacanza? Tra mito e realtà vediamo come, quando e perché la corsa fa perdere peso e qualche consiglio per migliorare l’attività fisica di tipo aerobico.

Variare il tipo di esercizio

running corsa
Di corsa

Spesso si sopravvaluta la perdita di peso che può derivare dalla corsa. Il nostro corpo si abitua alla routine fisica e arriva “perfezionare” il meccanismo di dispendio di energie: se vai a correre con costanza lo fai sempre con minor fatica e il metabolismo consuma meno calorie. Ecco perché su un periodo di medio-lungo termine la corsa non da risultati di perdita di peso, è un po’ come se il nostro fisico andasse in modalità risparmio energetico.

Resistenza vs. velocità

running corsa
Resistenza

Con l’andare del tempo nella corsa acquisisci maggior resistenza, ma questo spesso non va di pari passo con l’aumentare della velocità. Ad esempio con una camminata veloce di 40 min su 3 km ripetuta con costanza non si prende peso, ma nemmeno lo si perde. La resistenza non fa bruciare grassi, meglio puntare su un esercizio fisico di minor durata, ma maggior intensità come degli sprint di qualche minuto di corsa, puntando sulla velocità.

Non guardare il conta-calorie

running corsa
No al conta calorie!

Si pensa che il quantitativo di calorie bruciate sia sinonimo di un buon esercizio fisico: sbagliato. Il solo fatto di stare in piedi, pensare o dormire comporta un dispendio di calorie. Per arrivare a bruciare più calorie è necessario aumentare la massa muscolare (no, non pensate a gare di culturismo) così aumenta il fabbisogno calorico del nostro corpo. Alternate alla corsa gli esercizi di sprint e qualche sollevamento pesi, vedrete che “attivando” la massa muscolare le calorie bruciate saranno maggiori.

Non pratichi altri esercizi cardio

running corsa
Esercizi cardio

Una ricerca del Journal of Strength and Conditioning Research rivela che la corsa o la camminata di lunga durata inibiscono la forza e la crescita muscolare. Anche aumentando l’intensità o correndo in salita i risultati sono i medesimi, meglio allora altre forme di esercizi cardio che in poco tempo possono dare risultati migliori della corsa come la bicicletta, all’aria aperta o in palestra.

Corri troppo

running corsa
Non correre troppo

Stai correndo in un circolo vizioso. Tieni presente che l’esercizio fisico ripetuto comunque è uno stress per il corpo, i cui bisogni ricadono sugli ormoni che regolano – tra le altre funzioni – anche la perdita di peso. L’ormone cortisolo viene rilasciato durante l’attività fisica: non tutto il cortisolo è “cattivo”, ma lo stress cronico e il rilascio cronico di cortisolo possono inibire l’insulina, per cui il fisico tenderebbe a immagazzinare grasso piuttosto che bruciarlo. Alterna la tua attività fisica con pause regolari.

Via Greatist