Perché le zanzare pungono alcune persone e altre no?

Ecco cosa ci dicono gli esperti.

Home > Lifestyle > Perché le zanzare pungono alcune persone e altre no?

Perché le zanzare pungono alcune persone, torturandole per un’estate intera, mentre altre vengono lasciate in pace da questo tormento? Ammettiamolo: adoriamo l’estate, non vediamo l’ora che arrivi, ma poi quando le temperature si fanno più calde ci ricordiamo del suo lato negativo. L’invasione di zanzare. Tutti le odiamo, non è vero?

Nessuno ama le zanzare. Che a pensarci bene proviamo anche un po’ pena per questi poveri insetti… Almeno fino a quando non ci pungono! Sono fastidiose. Sono capaci di ronzarti nelle orecchie per tutta la notte, facendoti rimanere sveglio fino al mattino. Quando poi magicamente scompaiono. Non si limitano solo a pungerti e a prelevare il tuo sangue senza il tuo consenso. No, loro devono pure farti male: alzi la mano chi sembra appena uscito da una tremenda battaglia con rigonfiamenti, graffi, sangue ovunque perché la loro puntura provoca un prurito al quale nessuno sa resistere. Ma vi siete chiesti perché le zanzare pungono qualcuno e lasciano in pace altri? Magari siete sedute vicino al vostro partner, voi siete prese di mira e d’assalto e lui niente, non si posano nemmeno sulla sua pelle.

Pare che sia una questione di sostanze chimiche della pelle, con un odore particolare che attirerebbe le zanzare.

Ognuno di noi ha un odore diverso: ci sono persone che, purtroppo, hanno un odore che per le zanzare è il paradiso in terra.

Se pensiate che stiamo esagerando, che in realtà si tratta solo di un po’ di sopportazione, ricordatevi che le zanzare, oltre a essere fastidiose e a provocare un prurito insopportabile con le loro punture, sono anche portatrici di malattie pericolosissime, come la malaria, la chikungunya, la zika e la febbre dengue, che uccidono più di un milione di persone l’anno.

Ecco perché proteggersi dalle zanzare è di fondamentale importanza, soprattutto nelle zone del mondo dove proliferano queste malattie!