Quando lui sparisce: tutto quello che non devi assolutamente fare

Pensieri e considerazioni sul perché non si fa più sentire: cosa fare in questi casi

 

Partiamo da un punto fermo: lui non dovrebbe sparire.
Sì, perché nessuno mai dovrebbe arrogarsi il diritto si scomparire nel nulla senza preavviso e spiegazioni indipendentemente dal tipo di rapporto che ci può essere in corso.
La mancanza di spiegazioni è quanto di più dannoso si possa sottoporre alla nostra mente, perché improvvisamente viene meno la razionalità, giusta o sbagliata che sia, e noi perdiamo qualsiasi punto di riferimento e di contatto con la realtà.
Continuiamo a vagare, senza riuscire a darci spiegazioni perché di fronte a un comportamento simile delle spiegazioni non ce ne sono davvero.

Ma allora, intanto per incominciare, perché lui è sparito improvvisamente quando sembrava andare tutto al meglio?

quando-lui-sparisce
Quando lui sparisce

Mettiamola così: che sia perché ha un problema “importante” o solo perché gli sono venuti dei dubbi dell’ultimo minuto, se non si fa sentire è perché non ne ha voglia.

E capire bene questo punto è già una gran cosa perché ci permette di intuire che la mossa più sbagliata da fare è quella di cercarlo subito, a prescindere da tutto.

Che si tratti di una storia importante o solo di una calda avventura di poco tempo, riflettiamo sul fatto che se non ci messaggia e se si è chiuso nel silenzio è perché al momento vuole cosi: “disturbarlo” in questa situazione vorrebbe solo dire “dargli fastidio” e allontanarlo ancora di più!

E poi, parliamoci chiaro: se sparisce è perché non è in grado con razionalità di darci e di darsi (molto probabilmente) una spiegazione di quello che sente e che vuole. Non è un bel segno e se lo andiamo a punzecchiare di certo nell’immediato non miglioriamo questa sua difficoltà oggettiva.

Chi è di solito l’uomo che sparisce all’improvviso

Sparire vuol dire “voler punire“, purtroppo è così: in qualsiasi modo si finisca per vedere la cosa, chi sparisce è una persona che tende ad accentrare su di se tutto e che pensa di poter “dominare” l’altro permettendosi di dileguarsi senza un perché, lasciando l’altro senza possibilità di replica.

Altre volte chi sparisce è una persona fortemente superficiale e poco in relazione con il “qui e ora” (pensiamo per esempio a tutti quelli che si lasciano con un messaggio spesso brevissimo su WhatsApp).

Manca il vissuto, il contatto con la realtà e la profondità che meritano sia i sentimenti che le persone in quanto tali.

quando-lui-sparisce
Mancanza di confronto

Purtroppo che piaccia o no, l’identikit di chi sparisce all’improvviso non può essere affatto bello, facciamocene una ragione e facciamocela più che in fretta!

Possiamo poi anche pensare e credere che chi sparisce non vuole sempre fare del male all’altro, almeno non il male effettivo che prova chi si trova a subire la situazione in modo del tutto passivo.

Il punto è che lo sparire in se, indipendentemente da quali siano le cause, non è che un modo “vigliacco”, veloce e “indolore” per chi lo compie, che permette tra l’altro di evitare tutti gli strascichi a volte pesanti e dolorosi che implica un normale rapporto fatto di comunicazione verbale ormai troppo sovente difficile da gestire da parte di troppe persone.

Cosa non va mai fatto se lui sparisce all’improvviso

Come abbiamo già detto all’inizio la prima cosa da fare è farsi forza, respirare profondamente, recuperare la lucidità che solo le donne sanno avere e riuscire a non cercarlo, almeno nell’immediato.

I motivi sono essenzialmente due:

uno: se dovesse trattarsi solo di un momento passeggero di crisi, concedergli del tempo (anche se mal preso e in qualche modo “rubato” all’altro) potrebbe essere un buon modo per permettergli di riflettere nella sicurezza di non essere assillato in modo compulsivo (agli uomini e forse un po’ a tutti questo comportamento proprio non piace).

due: se dovesse al contrario trattarsi di “un caso senza speranza” abbiamo evitato di fare la figura di quelle ossessionate, appiccicose e fastidiose esattamente come lui forse già ci sta già valutando (a torto o a ragione).

Nello specifico quello che non devi fare mai:

quando-lui-sparisce
Un cuore spezzato

1) Chiedere sue notizie a parenti o amici: in fin dei conti sarebbe violare la sua privacy e comunicare a conoscenti fatti privati che non ha senso condividere troppo.

Bruttissimo è mandare messaggi via social agli amici più stretti mendicando informazioni o possibilità di fare da tramite per far sapere il nostro stato d’animo: bisogna assolutamente riuscire a parlare con il diretto interessato!

2) Fingere (meglio se fosse vero) di avere tante altre cose da fare: alla fine è anche giusto e corretto, non tutto il nostro mondo deve gravitare sulla nostra “dolce metà“.

Sarebbe sbagliatissimo fargli credere che non abbiamo più speranze e che ci chiudiamo in casa tutte spettinate a causa della sua grave, gravissima mancanza!

Dimostriamogli che abbiamo altro da fare, altro di cui occuparci senza che ci venga la voglia di strapparci i capelli dalla disperazione per un suo gesto stupido e infantile: avrà i suoi motivi, noi intanto viviamo al meglio (questo è quello che deve pensare lui!)!

3) Pensare di essere sbagliate e che sia colpa nostra: ma quando mai?

Aspetta, frena!

Non sto dicendo che sicuramente non hai fatto nulla che gli possa aver dato fastidio o che tu non abbia avuto comportamenti sbagliati, ma semplicemente che è sbagliato a prescindere il suo modo di fare proprio perché è chiaro che sparire non ha senso, è sempre sbagliato e senza una giustificazione plausibile.

Se ci sono dei problemi bisogna comunque avere il coraggio di fermarsi e parlarne, in modo adulto e consapevole!

Se non riusce a farlo, in questo sbaglia sicuramente lui!

4) Assillarlo con messaggi sul cellulare, facendo veri e propri monologhi anche colorati da brutte parole ed espressioni di tutti i generi: mantieni la tua dignità, non ne vale la pena!

Non puoi assillare una persona con mille messaggi tanto più se lui molto probabilmente non risponde nemmeno a uno di quelli che gli hai mandato.

E non devi abbassarti a dire parolacce, insultarlo e rovinare le tue ragioni con sproloqui vari dell’ultimo momento dettati solamente dall’ira e la rabbia (per quanto giustificata possa essere).

La dignità e l’amore per se stessi sono alla base di tutto e non dobbiamo mai perderli!

Cosa fare per tentare di recuperare la situazione (forse non è sbagliato concedergli e concederci un ultimo chiaro tentativo chiarificatore)

Prima di tutto un consiglio: fermiamoci e chiediamoci se davvero potrebbe essere l’uomo che fa per noi.

Al di là che siamo arrabbiatissime e deluse, vale davvero la pena soffrire e sopportare tanto?

Siamo cosi innamorate di uno che si arroga il diritto di sparire senza un perché? 

E’ cosi interessante una persona che sparisce non avendo il coraggio di presentare e spiegare le proprie motivazioni e prima ancora le proprie esigenze e stati d’animo?

Detto questo, se la nostra risposta è ancora affermativa o perché abbiamo la testa dura o perché in effetti forse ne vale davvero la pena, allora proviamoci… a fare cosa?

A concedergli, ma soprattutto a concederci un’ultima possibilità, quella chiarificatrice, quella che seppur dolorosa (con molta probabilità) sarà in grado di farci mettere un punto definitivo, perché se non battiamo la testa per bene non siamo abbastanza soddisfatte, ma è giusto che sia cosi!

Allora chiamalo per parlargli di persona, cercalo dopo qualche giorno con un messaggio calmo e delicato, chiedigli di incontrarlo per salutarlo rispettando i suoi spazi e il suo tempo.

Ricorda però: qualsiasi altro gesto farai, in concreto non servirà a farlo tornare, perché se davvero questa non è la sua intenzione, non ti potrai inventare nulla che lo riporterà da te. Impara a convivere con questa realtà.