Ragazzo gioca in una casa gonfiabile e poi gli vengono queste piaghe

Ecco cosa hanno scoperto i medici.

Home > Lifestyle > Ragazzo gioca in una casa gonfiabile e poi gli vengono queste piaghe

Tutti i bambini adorano giocare nei gonfiabili, che di solito sono protagonisti delle feste di compleanno o dei parchi di divertimento. Questi grandi oggetti gonfiabili sono il massimo del divertimento e tengono occupati i bambini per ore. Pensiamo che siano dei giochi innocui, ma in realtà possono nascondere delle insidie!

I medici avvertono sulle possibilità di pericolo che riguardano proprio le case gonfiabili. E noi oggi vi raccontiamo la storia della famiglia Sanderson. Brenda era a una festa di laurea e si divertiva con i suoi due figli. C’erano amici, famigliari e altre persone e in giardino c’era una casa gonfiabile dove i più piccoli si divertivano tantissimo. A turno saltavano dentro, scendendo dallo scivolo gonfiabile e tutto sembravano a posto. Due giorni dopo sul bambino di 10 anni sono cominciati ad apparire degli strani segni: pensava che magari a furia di scivolare si era bruciato con la plastica. Iniziarono a notare che le ferite si stavano diffondendo su tutto il corpo e allora decisero di andare dal dottore. Quando lo hanno visitato, hanno scoperto che le piaghe provenivano da un’infezione batterica. E i batteri si trovavano sicuramente dentro la plastica gonfiabile, alla quale i germi aderiscono e difficilmente possono essere tolti. Certo, se la casa gonfiabile presa a noleggio fosse stata pulita regolarmente, questo non sarebbe successo!

La maggior parte dei genitori pensa che le aziende che noleggiano i gonfiabili li puliscano ogni volta.

Ma non sempre è così! Controllate sempre e assicuratevi che siano puliti.

Date una controllata per la sicurezza dei vostri bambini e dei loro amichetti che saltano al suo interno.

Non date mai per scontato che chi noleggia i gonfiabili abbia ottemperato ai suoi obblighi di legge, perché, come dimostra questo caso, non sempre è così.

Meglio controllare una volta di più, che ritrovarsi nelle condizioni di questo bambino!