Riabituarsi all’ufficio in 5 mosse

5 step per superare il trauma da ufficio

 

Tutte le vacanze prima o poi finiscono e con queste anche quella bella spensieratezza nel momento in cui si rimette piede in ufficio. Il momento del ritorno però non deve essere né triste né faticoso e spetta a voi trovare il giusto compromesso per riabituarsi alla routine lavorativa… nel caso da sole non ce la faceste, eccovi 5 utili consigli!

Non buttatevi a capofitto nel lavoro

La cosa peggiore che potete fare è ricominciare subito il lavoro con gli stessi ritmi serrati con cui l’avete lasciato e se fate così è logico che poi vi buttiate giù in tempo zero.
Quindi quando segnate le ferie includete sempre uno o due giorni in più oppure tornate di venerdì e tenetevi libero il week-end: in questo modo, una volta tornate, non dovrete subito correre in ufficio e potrete riabituarvi gradualmente… e magari ne approfitterete per disfare con calma i bagagli!

Create una bella routine mattutina

Se il vostro problema maggiore è lo svegliarvi, il ritorno dalle vacanze può essere un bel modo per abbandonare le vecchie brutte abitudini e trovare una bella routine mattutina che vi dia la carica per la giornata: create quindi un rito della sveglia che vi aiuti a ingranare, magari includendo qualcosa che amate fare in vacanza. Svegliarsi qualche minuto prima per prendersi cura di sé vi renderà felici e rilassate più a lungo.

 

Woman splashing face with water above bathroom sink

Un peeling o una buona colazione aiutano l’umore

Riprendi i ritmi giornalieri mentre sei ancora in vacanza

A prescindere dai vostri ritmi mattutini, è importante da un punto di vista della salute riprendere gradualmente le vecchie abitudini: se in vacanza mangiate le uova con pane e prosciutto e a casa bevete un thè spiluccando mezzo spicchio di mela, tornate gradualmente alla vostra dieta anche se siete in vacanza e la stessa cosa vale anche per gli orari del sonno.

lazy-woman-morning-bed

Svegliarsi presto in vacanza non è bello ma vi aiuterà in futuro

Affrontate subito ciò che odiate di più

Uno dei pensieri che ci stressa di più è “domani mi tocca –inserite lavoro che odiate fare-”.
Prima di tutto eliminate questo brutto pensiero: il pensare a una cosa che non vi piace e che dovete per forza fare prima ancora di farla è deleterio (è stressante solo scriverlo!).

Provate a fare così: la sera, prima di uscire dall’ufficio, compilate una bella to-do list mettendo in cima quell’incarico che proprio non sopportate e quando arrivate la mattina dopo portatelo a termine per primo. In questo modo non solo avrete la soddisfazione di aver portato a termine con risolutezza un compito, ma riuscirete a trovare serenità per tutto il resto della giornata.

Non dimenticate le cose belle della vostra vita quotidiana

Molto spesso ci si deprime parecchio tirando fuori dalla valigia i costumi da bagno o scaricando le foto fatte in vacanza: quando i brutti pensieri vi assalgono ricordatevi che ci sono tante belle cose anche nella vita di tutti i giorni. Non rinunciate quindi a un’uscita serale o a un aperitivo tra amici perché se desiderate così tanto il momento delle vacanze forse è perché non riuscite a vivere bene la vostra vita durante tutto il resto dell’anno!

shutterstock_166824164

Non rinunciate alla compagnia e ai momenti felici

 

Credits: huffpost.com, finance.yahoo.com, mindlifehypnotherapy.com, lafavorita.it, nie-jenite.bg, femalefatal.com

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Perché sbaviamo mentre dormiamo?

Perché sbaviamo mentre dormiamo?

A cosa serve la parte blu della gomma per cancellare?

A cosa serve la parte blu della gomma per cancellare?

Scegli una pietra e ricevi un messaggio

Scegli una pietra e ricevi un messaggio

Il gesto meraviglioso di Matthew Resendez

Il gesto meraviglioso di Matthew Resendez

Cosa vedi? Scopri cosa stai provando in questo momento

Cosa vedi? Scopri cosa stai provando in questo momento

Test di personalità: come chiudi il tuo pugno?

Test di personalità: come chiudi il tuo pugno?

Le donne sanno guidare meglio

Le donne sanno guidare meglio