sale

Sale per la pulizia, come usarlo davvero al meglio

Utilizzare il sale per la pulizia, come farlo per avere il miglior risultato

Come succede con molte sostanze di origine naturali il sale, per la pulizia, può essere un rimedio molto valido, in grado di trattare diversi tipi di superfici.

In particolar modo di seguito vedremo come utilizzare, soprattutto quello grosso, per ottenere dei risultati brillanti senza il bisogno di detersivi.

Ciò che rende questa sostanza particolarmente utile nelle pulizie domestiche è la sua capacità di trattenere i liquidi e di seguito vedremo come utilizzarlo sia sciolto nell’acqua che a secco, senza dimenticare l’effetto benefico che questo ha sull’ambiente.

Pavimenti e fughe

Iniziamo occupandoci dei pavimenti, spesso difficili da tenere puliti e da lucidare.

Il sale grosso può essere il rimedio migliore per questo tipo di superfici, è importante però che non si tratti di pavimenti in marmo, in quanto questo risulta essere un materiale particolarmente sensibile.

Grazie all’effetto brillantante che esercita, risulta essere la scelta che riuscirà a ridare l’originale lucentezza alle pavimentazioni o a qualsiasi tipo di superficie dura.

Inoltre la sua capacità di trattenere i liquidi lo rende un deterrente perfetto per batteri ed agenti patogeni che tendono a proliferare nei posti dove l’umidità è maggiore.

Per una superficie che risulta essere mediamente sporca è sufficiente un pugno di sale da sciogliere in 1,5 litri di acqua calda utilizzata poi per bagnare lo straccio che verrà passato sulla zona da pulire. Questo tipo di utilizzo permetterà di avere pavimenti lucidi e privi di aloni.

Nel caso in cui lo sporco sembra essere piuttosto ostinato è possibile abbinare al sale il suo braccio destro per eccellenza, il bicarbonato.

Si può decidere di preparare un composto cremoso che permetta di procedere in modo efficace alla pulizia delle fughe.

È dunque sufficiente unire sale ed acqua in uguale quantità, per comodità si può parlare di mezzo bicchiere di uno e mezzo dell’altro agente e mescolare finche non ne viene fuori un composto cremoso.

Una volta preparata la crema è possibile applicarla sulle fughe utilizzando un vecchio spazzolino da denti, lo sporco verrà rimosso in un attimo e le fughe torneranno libere da quell’antiestetico grigiore.

Fornelli e pentole

In cucina il sale non serve solo a condire i deliziosi manicaretti che vengono ogni giorni preparati, ma quasi inaspettatamente può essere un validissimo sostituto del detersivo nel campo della pulizia dell’acciaio e dei metalli in genere.

Se si sparge una piccola quantità di sale su fornelli e griglie il suo compito sarà quello di assorbire l’olio che inavvertitamente fuoriesce dalle padelle e finisce sul piano cottura; inoltre provvederà ad ammorbidire anche le macchie più ostinate.

In alternativa è possibile preparare un brillantante di origine naturale sciogliendo il sale in acqua, il quale se utilizzato sulle parti in acciaio donerà loro una brillantezza come appena acquistate.

Nel caso in cui si voglia utilizzare il sale per pulire pentole e padelle o per eliminare le incrostazioni che le rendono inutilizzabili occorre riempire la vasca del lavandino con dell’acqua calda in cui sciogliere alcuni cucchiai di sale e lasciare ammollo le stoviglie da scrostare.

Dopo alcuni minuti, sarà sufficiente agire con una spugna e procedere a risciacquo.

Per tutto ciò che è in acciaio inox è possibile creare un composto fatto da mezzo litro di acqua calda, un cucchiaio di sale e uno di succo di limone.

L’agrume sarà perfetto per disinfettare e allo stesso tempo eliminare gli odori indesiderati.

Nel caso in cui ci si trovi in presenza di abituè della moka, che ancora non si sono piegati all’utilizzo delle macchine da caffè automatiche, è possibile una volta al mese far bollire un paio di cucchiai di sale nella macchinetta per il caffè in modo da eliminarne tutti i residui da filtro e guarnizione.

Bagno

Migliaia i prodotti provati per la pulizia del bagno, per togliere quei residui di calcare troppo difficili da combattere con dei normali detersivi.

Cambiare continuamente alla ricerca del Santo Graal della pulizia senza sapere che è sempre stato dentro casa e che in genere viene usato solo per condire le pietanze a pranzo e a cena.

Quello in cui sicuramente questo breve testo è riuscito è insegnare ad utilizzare il sale per la pulizia di svariati oggetti e superfici.

Il sale è perfetto per creare un composto ottimo per la pulizia degli specchi, delle piastrelle e delle ceramiche del bagno.

Se il problema sono le incrostazioni che si formano al di sotto del livello dell’acqua del WC è bene sapere che si può creare un composto con 1,5 litri d’acqua calda e un pugno di sale da versare direttamente nello scarico.

L’elevato tasso di umidità che viene a formarsi in bagno può favorire la comparsa dei microrganismi causa delle muffe su piastrelle e box doccia, il sale può essere l’arma per combatterli ed eliminarli.

Quello che accorre è una bottiglia da spruzzo, che potrete conservare nel momento in cui viene terminato un detersivo che ne è dotato, al suo interno preparare un composto fatto con acqua calda e due cucchiai di sale, da spruzzare direttamente sulla superficie interessata.

Per donare brillantezza alla rubinetteria è possibile aggiungere alla mistura fatta in precedenza il succo di mezzo limone o un paio di cucchiai di aceto.

Infine è possibile decidere di utilizzare circa 2 cucchiai di sale all’interno della vaschetta per detersivo della lavatrice, questo permetterà alle tubature di avere una vita piuttosto lunga e non ostruirsi, inoltre proteggerà la brillantezza dei capi colorati, in questo caso è bene però verificare che la tinta sia resistente al trattamento.

Camera da letto

Come abbiamo detto in precedenza il sale è il perfetto alleato per la pulizia delle superfici dure, ma non solo.

L’ultima stanza in cui resta da vedere se è possibile utilizzare il sale è la camera da letto.

Anche qui ne è possibile l’utilizzo grazie all’efficacia che ha nel trattamento dei legno, utilizzando la mistura contenente sale sulle superficie è possibile liberarla dagli aloni che ormai sembravano non voler più venire via, quelli che spesso si trovano sul comodino dove si è soli appoggiare il bicchiere con l’acqua o la tazzina del caffè.

In questo caso ciò che è importante è provare su una piccola parte nascosta l’efficacia che il sale ha sul mobilio, in quanto per quel che riguarda alcuni tipi di vernice e il laccato, esso può essere dannoso.

Infine è possibile ricordare che il sale è un prodotto marino che tende all’assorbimento dei liquidi.

Ecco spiegato perché una bacinella riempita almeno per la metà di sale agisce esattamente com un deumidificatore,

Alcuni piccoli suggerimenti

Abbiamo visto che il sale per pulire è uno dei prodotti migliori, ma vediamo quali sono i possibili altri utilizzi che se ne può fare:

  • è possibile aggiungerne un pizzico nel caso dei fiori per far si che essi durino più a lungo;
  • nelle mattine invernali è ottimo per contrastare il ghiaccio che si forma sui dialetti casa, strada e marciapiede, lo stesso vale per la neve;
  • aggiungerne un pugno in lavatrice all’ultimo lavaggio evita che in inverno gli indumenti stesi all’esterno si gelino;
  • una piccola quantità nelle scarpe evita che si formino cattivi odori;
  • applicato sul vimini evita che si ingiallisca;
  • in giardino permette di limitare la crescita delle erbacce;
  • allunga la durata di spugne da bagno e da cucina, è sufficiente metterle a bagno in acqua e sale dopo ogni utilizzo;
  • è perfetto per eliminare macchie di vino dai vestiti, è sufficiente applicarne una piccola quantità sciolta nell’acqua e strofinare verso l’alto;
  • per deodorare il freezer applicare il sale su porta e guarnizione prima di procedere a scongelamento.

A cosa serve la taschina degli slip femminili?

Torna a casa dopo tre anni

Invita un senzatetto a mangiare, poi lui le dà un piccolo biglietto

La verità sulla storia di Sara e Mohammad

Angela Iacobellis, l’angelo del Vomero e serva di Dio, chi è e cosa ha fatto

Oroscopo del giorno, 21 Ottobre: cosa dicono i segni zodiacali

Oroscopo del giorno, 23 Settembre: cosa dicono i segni zodiacali