Scoperto a Torino un luogo incantato da visitare

Siete curiose di entrare nel meraviglioso Castello di Agliè?

 

Nel cuore del Piemonte, a neanche 45 minuti d’auto da Torino, si trova il Castello di Agliè, una meravigliosa fortezza medievale, poco visitata dai turisti ma che vale la pena andare a vedere. E’ nel 1646 l’edificio cominciò a prendere, lentamente, le forme che vediamo oggi, ma il primo nucleo risale intorno al secolo XII.

La storia

Castello facciata
Castello facciata

Nel 1763 fu comprato dai Savoia, che intervennero sia sul castello, sulla zona circostante e  sul borgo, grazie al progetto dell’architetto Ignazio Birago di Borgaro, che “chiamò ad Agliè artisti cari alla corte torinese come: i fratelli Filippo e Ignazio Collino per la statuaria delle fontane, lo stuccatore Giuseppe Bolina per gli apparati decorativi del grande atrio d’ingresso.

I corridoi
I corridoi

Furono inoltre sistemati i giardini e il parco, con uno specchio d’acqua lungo l’asse longitudinale. Il castello resterà di proprietà dei Savoia fino al 1939, quando la famiglia decide di venderlo al demanio, trasformando così il castello in un museo di se stesso.

Aneddoti

Sala da ballo
Salone da ballo

Circa una decina di anni fa, il Castello di Agliè ebbe un momento di celebrità legato alla fiction di Elisa di Rivombrosa. Diverse scene infatti furono girate proprio in questo luogo.  Si dice che quella inattesa popolarità portò centomila visitatori all’anno, svaporati nel nulla una volta che la fiction terminò.

Visite

Il giardino del castello
Il giardino del castello

Da qualche tempo, il Castello di Agliè si può visitare anche di domenica. È aperto da martedì a domenica dalle 8,30 alle 19,30. Per eventuali variazioni di orario e per conoscere i costi del biglietti, leggi qui.