Se qualcuno avesse saputo cosa stava passando, forse avrebbe offerto il suo aiuto.

L’originale storia è stata pubblicata sotto forma di una lettera indirizzata ad un altro passeggero che ha deciso di offrire il suo aiuto, senza giudicare la sua “incapacità” di mettere a tacere i suoi gemelli che volavano al suo fianco, mentre la maggior parte dei passeggeri sono indignati con questa madre.


“Non riuscivo a camminare con un cartello che diceva: ‘sto volando con i miei gemelli, lasciando gli altri miei due figli a dire addio a mio padre che sta per morire'”

ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Non è stato un viaggio di piacere, o una madre negligente che non si preoccupa per la mancanza di pace e tranquillità sul volo. E ‘stata una madre sull’orlo della disperazione, in grado di allattare i suoi figli, con un biglietto di sola andata perché non sapeva quando sarebbe tornata, e aveva dovuto lasciare gli altri suoi due bambini per avere l’opportunità per dire addio a suo padre per sempre

Un angelo a bordo

“Sapevi che avevo bisogno, quando avevo paura di chiedere aiuto. Stava tornando verso la città dove sono cresciuta per dire addio a mio padre morente e non avevo idea quando sarebbe tornato a casa. non sapevi che avevo lasciato due bambini piccoli (età 3 e 2 anni) mentre ero seduta con i miei gemelli 7 mesi. mi lasciavo alle spalle la metà della mia famiglia per dire addio a mio padre.

Ma ti sei avvicinato quando le lacrime sono cadute sul viso di noi tre. I miei gemelli erano inconsolabili nel bel mezzo del volo. Avevamo già volato dallo Stato di Washington a Minneapolis e trascorso una quantità ridicola di tempo su una scala. Eravamo tutti molto stanchi di questo viaggio. Il rigido programma che in genere seguivamo a casa doveva essere completamente escluso ei miei gemelli non si divertivano. Avevano solo 7 mesi. Si stavano nutrendo della mia energia carica di nervi e tutto è esploso nel bel mezzo di quel volo.

Sentivo che l’intero aereo era stanco del mio sforzo di fermare le loro urla senza riuscirci. E avevano tutto il diritto di essere arrabbiati. Nessuno di voi sapeva che uno dei miei gemelli piangeva tutto il giorno, tutti i giorni. ”

Ma qualcuno ha deciso di diventare il suo angelo

Una donna prese la figlia in braccio, cominciò a cantare una ninna nanna mentre la madre poteva preparare una bottiglia con il latte. Questa donna, di cui non ricorda il nome, né il suo aspetto, non le ha mai chiesto cosa le stava accadendo. È arrivata e l’ha aiutata.