Si infuriano con il conducente dell’auto in sosta: un ragazzino di 16 anni

Davvero una storia incredibile.

Quando siamo al volante della nostra auto cambiamo radicalmente. Ammettiamolo, tiriamo fuori il peggio di noi, soprattutto se siamo in ritardo per il lavoro o un appuntamento e c’è un traffico che rallenta la nostra marcia. Figuriamoci se c’è un’altra auto che ci impedisce di andare avanti: potremmo infuriarci, come è successo in questo caso.



CLICCA QUI X COMPRARE LA SPAZZOLA!




L’anno scorso un ragazzo di 16 ani guidava nel Michigan, a Oceola. Max Greenwood si è reso conto all’improvviso di una cosa che non andava bene. Un’automobile era ferma allo stop. Fin qui niente di strano. Peccato che l’automobilista non ne volesse proprio sapere di muoversi e ripartire. Dietro si era formata una lunga fila di macchine, con a bordo automobilisti inferociti perché non capivano quello che stava succedendo. Solo Max Greenwood ha pensato bene di capire quello che stava succedendo. Il ragazzo ha parcheggiato di fianco all’auto in sosta, per capire se il conducente stesse bene. In quel momento anche altre due donne hanno pensato di fare la stessa cosa. Quando Max ha raggiunto il mezzo, al volante c’era un uomo in stato confusionale. Dopo un po’ l’uomoha detto di aver avuto un calo di zuccheri. Max e le due donne intervenute hanno capito che la situazione era grave, così gli hanno dato una Coca Cola per potersi riprendere un po’. Nonostante questo, l’uomo non sembrava stare meglio, anzi, sembrava peggiorare. Max ha deciso di chiamare un’ambulanza, che è arrivata in brevissimo tempo.

In ospedale l’uomo è stato curato: pensate se Max non fosse intervenuto a soccorrere quell’uomo.

E pensare che tutti gli altri automobilisti non sono intervenuti, mentre un ragazzo di soli 16 anni ha subito capito che c’era qualcosa che non andava.

La mamma di Max, ovviamente, è orgogliosa del figlio, perché sa che lo ha educato come si deve. Un ragazzo dal cuore d’oro che sa prendersi cura degli altri: e come non essere orgogliosi!