Si rifiuta di accettare denaro per la moglie malata

Si rifiuta di accettare denaro per la moglie malata. Quello che decidono di fare i clienti del negozio ha commosso migliaia di persone

Home > Lifestyle > Si rifiuta di accettare denaro per la moglie malata

Stella e John Chhan formano un matrimonio che è arrivato negli Stati Uniti nel 1979 come rifugiati. Le avversità hanno unito questa coppia più che mai e hanno saputo iniziare una nuova vita basata sul duro lavoro e sulla perseveranza. Non potevano immaginare allora che anni dopo, attraversando una delle situazioni più difficili della loro vita, avrebbero ricevuto un sostegno davvero travolgente da parte di centinaia di persone.

La coppia è emigrata negli Stati Uniti in fuga dalla guerra nella loro nativa Cambogia. Dopo un po’  negli Stati Uniti, la coppia è riuscita a raccogliere abbastanza soldi da poter acquistare un franchising da Donut City , una catena specializzata nella vendita di deliziose ciambelle. Da allora hanno lavorato senza sosta e ogni giorno si svegliano la mattina presto per essere in grado di dare il meglio di sé. Ci sono voluti dieci anni con tanti sacrifici per raccogliere i soldi per creare il loro negozio. Matutti i clienti hanno acquisito familiarità con loro e si sono affezionati a questa coppia. Così, quando hanno iniziato a notare che solo John stava lavorando nel negozio, hanno iniziato a preoccuparsi e hanno chiesto se tutto andava bene con Stella. In effetti, Stella era molto malata. Stella aveva sofferto di un aneurisma ed era in riabilitazione per riprendersi. Quando Alba Caviola entrò a conoscenza della situazione della famiglia Chhan, è rimasta veramente sconvolta, perché sapeva che erano un matrimonio molto unito, così a lungo ha pensato a che cosa avrebbe potuto fare per aiutare .

“Pensavo che se diverse persone comprassero una dozzina di ciambelle ogni mattina, allora poteva chiudere prima e andare ad accompagnare sua moglie.”

In effetti, questo era tutto ciò che John voleva. Era molto contento dei giorni in cui riusciva a vendere il numero giornaliero di ciambelle perché ciò significava che poteva accompagnare Stella e sostenerla nel suo processo di riabilitazione. Il negozio è stato aperto assolutamente ogni giorno per tre decenni.

Potrebbe interessarti anche: “Ogni sera nella sua veranda lei lasciava una culla vuota, il motivo mi ha cambiato la vita”

Caviola ha condiviso la storia emotiva della famiglia e tutti i loro clienti hanno deciso di aiutarli. La parte migliore è che tutti vincono con questo gesto meraviglioso, i clienti possono gustare le deliziose ciambelle e John può accompagnare sua moglie.

Le vendite sono state così impressionanti che c’è stato un giorno che è persino riuscito a chiudere alle 10 di mattina.

I clienti hanno anche volontariamente creato una pagina GoFoundMe , ma l’onesto John ha spiegato che questo non è necessario e che per lui la cosa più importante è riuscire a trascorrere del tempo con la moglie.

“Siamo molto grati “.