Siete ansiosi? Non temete, può aiutarvi

 

Tutti soffriamo d’ansia. Chi più, chi meno, tutti arriviamo a provare prima o poi quella sensazione di stretta allo stomaco che trasforma ogni piccolo ostacolo in un problema apparentemente insormontabile. Per alcuni essere ansiosi è un vero e proprio impedimento, mentre per qualche fortunato si trasforma in uno stimolo in più per affrontare i problemi con forza.
Alcuni studi hanno dimostrato che “l’ansia è donna” perché sono le donne a soffrirne di più rispetto agli uomini e la causa sarebbe una predisposizione genetica e diversi livelli di serotonina – più alti nelle donne con una conseguente maggior esposizione a stati ansiogeni. Una recente ricerca della Mailman School of Pubblic Health della Columbia University ha addirittura dimostrato che gli stati d’ansia più frequenti nelle donne sarebbero causati dal gender gap, la diversità di trattamento tra donne e uomini, soprattutto sul lavoro.

anxiety-01-14
L’ansia è più frequente nelle donne

L’ansia, però, può anche essere positiva e, anche se soprattutto gli ansiosi avranno qualche dubbio, gli esperti affermano che le persone ansiose sono anche le più intelligenti, logiche e – allo stesso tempo – empatiche. È proprio l’ansia che non gli permette di rendersene conto e prevalgono invece l’insicurezza, l’insoddisfazione e l’infelicità causate dalla convinzione di essere affetti da una patologia impossibile da superare e limitante anche nella vita di tutti i giorni. Ovviamente, se l’ansia diventa tanto oppressiva da essere davvero insuperabile, condizionante e causa della perdita di tante opportunità solo per la paura e il timore di non farcela, è bene chiedere l’aiuto di un esperto.

Spesso è bene chiedere aiuto a un esperto

Ma l’ansia può essere anche un ulteriore tassello che rende una persona unica e speciale, nonché talentuosa. Ecco 5 modi in cui l’ansia può aiutare:

L’ansia morale rende le persone migliori

L’ansia morale prende davanti a importanti decisioni della sfera etica che non si sa come affrontare. Gli psicologi affermano che chi soffre d’ansia non farà nulla di avventato e, anzi, valuterà tutte le possibilità e farà sicuramente la cosa più giusta.

La ruminazione aiuta a non ripetere gli stessi errori

“Perché proprio a me? Cosa ho fatto di male?” – queste le tipiche domande che derivano dal rimuginare su una situazione negativa – o presunta tale – e sentirsi completamente bloccati. In realtà, questo atteggiamento può anche portare ad agire (e non a stare fermi come si pensa) in maniera più cauta e prudente.

Ansia è sinonimo di produttività…

Se si è ansiosi, è improbabile che si buchi una scadenza. I preparativi partono da molto prima e sono organizzati e inseriti in una precisa tempistica. Nulla è lasciato al caso e, se proprio dovesse esserci un’emergenza da risolvere, l’ansia ci sarà, ma si trasformerà in adrenalina per risolvere la questione.

… di capacità d’analisi…

Gli ansiosi analizzano tutto, sempre: se stessi, gli altri, le situazioni, le parole: è uno degli effetti di un tipo di ansia cronica che serve da meccanismo di difesa. Ma questo può aiutare a diventare più attenti a quello che sta intorno e ad agire in maniera più consapevole.

… e di intuitività

L’intuizione è un’altra forza che può derivare dall’ansia. I ricercatori affermano che le persone ansiose hanno livelli più alti di consapevolezza di sé rispetto agli altri e questo gli permette di essere molto più connessi con il proprio intuito e di fidarsi di esso.

di Melania Rusciano