Stress da fame: come gestirlo

Come gestire lo stress da fame? Ecco dei consigli utili

Home > Lifestyle > Stress da fame: come gestirlo

A chi non capita di essere di pessimo umore quando si ha fame? Gli sbalzi d’umore dati dallo stomaco vuoto sono del tutto normali. Quando si è affamati è più facile essere irritabili, nervosi e arrabbiati. Ma come bisogna fare per non abbuffarsi di patatine fritte e poi vivere nel rimpianto?

stress-da-fame-come-gestirlo

Vediamo come gestire queste sensazioni:

Può capitare a tutti di rifugiarsi nel cibo per consolarsi. La fame nervosa ti spinge a buttarti sul cibo per vari fattori: stress, ansia, impegni e tanti altri motivi. Ma quasi mai per vera fame, d’altro canto nel 2018 è difficile essere davvero affamati.

La fame nervosa è un impulso che parte dalla testa, dovuta a meccanismi psichici, che ti portano a mangiare in modo automatico, compulsivo e, siamo onesti, non in modo sano.

stress-da-fame-come-gestirlo

In caso di forte appetito si attiva una parte del nostro cervello, quella che ci spinge ad alimentarci il più velocemente possibile e con cibi in grado di saziarci subito. Ovviamente non finocchi e insalata, ma cibi calorici e raffinati. Per gestire questo tipo di fame bisogna evitare di saltare i pasti (spuntini compresi).

stress-da-fame-come-gestirlo

Piccolo trucco per evitare le abbuffate

Avete paura che la fame vi porti a ingurgitare di tutto? Provate a cambiare la mano con cui impugnate le posate: se usate la sinistra passate alla destra, e viceversa. Mangerete con più calma e vi gusterete di più il cibo.