Tour della Sicilia Occidentale: 7 tappe in 10 giorni

Cosa vedere del lato occidentale della Sicilia. Un assaggio di mare, cultura... e buon cibo

Come arrivare in Sicilia per il vostro tour

Chi adora le ali, chi le quattro ruote: comunque sia, ogni soluzione è possibile. Naturalmente se provenite da Milano viene voglia di consigliarvi un volo e un noleggio auto, ma nulla esclude che con molta calma decidiate di attraversare l’Italia in auto per arrivare in Sicilia attraversando lo stretto di Messina.
Se volete la vostra automobile a disposizione per il tour della Sicilia, potete anche optare per un viaggio in traghetto verso Palermo o Catania partendo da Civitavecchia, Napoli, Livorno o anche Genova. Le compagnie principali che operano le tratte sono la Snav, la Siremar, la Tirrenia, la Grimaldi Lines, la Grandi Navi Veloci e la TTLines.
Per chi vuole accorciare i tempi di “traversata”, l’alternativa migliore rimane arrivare in Sicilia in aereo con un volo su Catania Fontanarossa o Palermo Punta Raisi con  una delle molte compagnie anche low cost che partono da tutta Italia.

Un’ultima alternativa è il treno: si può decidere di arrivare e girare in treno anche l’isola (in questo caso vi consiglio tappe non sperdute perché diventerebbe molto difficoltoso) o raggiungere la Sicilia in treno caricando moto o auto: è un servizio disponibile che pochi considerano, ma consente di arrivare più riposati e con il mezzo a disposizione.

Tour di 10 giorni in Sicilia Occidentale

Un tour della Sicilia vi regala un’isola unica purtroppo spesso in secondo piano rispetto ad altre zone dello stivale turisticamente più celebri. Eppure la Sicilia è la destinazione giusta per mettere insieme un mare stupendo con bellezze storiche uniche e un clima stupendo per un periodo molto lungo dell’anno, cosa che permette di sfruttare al meglio la bassa stagione.

Chissà se vi ho convinto, resta il fatto che la Sicilia richiederebbe un’infinità di tempo per scoprirla in toto, quindi non vi resta che andare e riandare, anche più di una volta. Per questo quello che vi consiglio è di restringere la vostra vacanza a un solo lato dell’isola e riservare all’altro un’altra vacanza: magari il prossimo anno!

Personalmente quello che posso fare è intanto consigliarvi le tappe più importanti per conoscerla e spendere 10 giorni della vostra vacanza in un tour indimenticabile.

Le tappe da non perdere in Sicilia Occidentale

1- Palermo

Tour della Sicilia Occidentale
Palermo

Non è una città da mettere nel cassetto e dimenticare. Rimarrete a bocca aperta ammirando la Chiesa della Martorana o la grande Cattedrale. Scatterete foto alla Fontana Pretoria magari mangiando cannoli, o cassate, o ancora crocché o arancine. Con un po’ più di tempo potrete concedervi la scoperta delle Catacombe o un giro presso i mercati rionali di Palermo, caldi e popolari.

2- Isola delle Femmine 

La fontana nella piazza centrale di Palermo
Isola delle Femmine

Un po’ di relax sulla spiaggia di Isola delle Femmine è ciò che ci vuole, non ci sono dubbi. Qui la spiaggia è attrezzata e l’acqua è cristallina. Il parcheggio è inoltre piuttosto vicino e, anche se a pagamento, i prezzi non sono propriamente da salasso.

3- Mondello – San Vito lo Capo

Tour della Sicilia Occidentale
Mare, mare, mare

Per gli amanti del mare questo lato di Sicilia riserva una quantità di località balneari famose. Non volete fermarvi ad esempio nella celebre zona di mare di Mondello? A seconda di quanti giorni decidete di fermarvi in questa area anche la zona turistica di San Vito lo Capo sarà lo sfondo ideale del vostro tour, soprattutto per gli amanti del mare che in questa parte potranno godere di bagni di sole e serate tra locali e passeggiate lungomare.

Naturalmente il mare di Mondello, come anche quello di San Vito lo Capo, sono particolarmente affollati in alta stagione e c’è chi non apprezza dover condividere un metro quadro di spiaggia con altri asciugamani. In tal caso meglio riservare questi giorni alle visite e dedicarsi al mare in zone meno frequentate.

Comunque in caso di voglia di mare, potete sempre visitare la zona di Macari: si tratta di un piccolo tratto di spiaggia dalle acque spettacolari che dovete assolutamente provare.

Se siete da queste parti a settembre controllate le date del Cous Cous Festival di San Vito lo Capo quando tra un piatto di cous cous e l’altro potrete ballare in qualche concerto o partecipare a una delle tante manifestazioni in programma.

4- Trapani

Ogni tappa della Sicilia può essere un mix di mare e storia. Anche a Trapani potete passare la giornata in spiaggia per poi trasferirvi in città quando l’afa scende e ammirare il centro storico con la bella cattedrale. Per la sera un’idea potrebbe essere di ricercare un po’ di fresco salendo al monte Erice, magari sfruttando la funicolare da Trapani e godendo di un panorama che lascia a bocca aperta.

Tra una piazza e l’altra fate una pausa fresca a base di Pane Cunzatu: mangiare semplice e povero risulta sempre speciale in Sicilia.

5- Marsala

Tour della Sicilia Occidentale
Che tramonti!

Il centro storico di Marsala, che deve il suo nome agli arabi, è totalmente pedonale ed è ricco di begli edifici come anche di piccoli bar e ristorantini. Per gli amanti dell’archeologia è fantastica la tappa all’Ipogeo di Crispa Salvia (anche se ci vuole un po’ di pazienza per la visita e anche la prenotazione al numero 0923 952535) o anche all’area archeologica di Capo Boeo.

Se anche quando siete qui non potete fare a meno del mare, vi farà piacere sapere che vicino alla città si trovano i “lidi”, tra le spiagge più belle della Sicilia. Se non volete andare in auto potete utilizzare i mezzi pubblici: infatti ci sono bus che partono da Piazza del Popolo e portano alle spiagge.

Quello che non dovete fare è comunque dimenticare di godere di un tramonto sullo Stagnone e anche di gustare un panino con le panelle seguito da brioche con Gelato.

6- Mazara del Vallo

Tour della Sicilia Occidentale
Mazara del Vallo

Molti scansano questa tappa, ma io consiglierei di documentarvi prima di depennare Mazara del Vallo. Qui si trova un porto tra i più attivi d’Italia per la pesca, soprattutto la città è famosa per la pesca del gambero rosso. Il centro storico colpisce per i suoi contrasti tra vecchi edifici e case ricche, maioliche sgargianti e angoli più semplici. La sede dell’assemblea comunale si trova oggi all’interno di una chiesa sconsacrata.

Suggestiva anche la Kasbah, un rione prevalentemente abitato da tunisini e dagli odori decisamente forti.

7- Sciacca

Tour della Sicilia Occidentale
Sciacca

Proseguendo verso Sciacca si superano altre zone turistiche abbastanza conosciute, come ad esempio Selinunte. Potreste voler fare uno stop di uno o due giorni per un po’ di relax oppure semplicemente continuare.

Anche il centro storico di Sciacca regala un bel Duomo titolato a Santa Maria Maddalena e posizionato in Piazza Don Minzoni. E’ molto particolare anche il Palazzo Steripinto dove hanno abitato le famiglie più facoltose di Sciacca

Sciacca riserva anche un’altra sorpresa: è famosa per le sue terme che sembra risalgano addirittura al periodo d’oro dell’antica Grecia.

Queste sette tappe colmeranno senza molti problemi 10 giorni di tour nella Sicilia Occidentale, con qualche giorno in più potrebbe essere consigliabile anche un piccolo soggiorno a Favignana raggiungibile in traghetto.

In molti cercano di inserire sia la Sicilia Occidentale che Orientale in 10 giorni di tour. Personalmente penso che sia meglio per voi concentrarvi su una sola delle due aree e godere al massimo di tutto ciò che troverete: in fin dei conti siete in vacanza e un tour de force non vi farà di certo ricordare con piacere questo paradiso.