Trova qualcosa di strano sul prato, si avvicina e scopre la terribile verità, doveva agire in fretta!

Negli Stati Uniti, una donna di 85 anni è diventata la salvatrice di un tenero cucciolo pieno di spine di cactus. Molte volte, aiutare un animale indifeso non costa nulla, specialmente quando è in serio pericolo. Gwen Maxwell, una donna di 85 anni, stava passeggiando per le strade dell’Arizona quando, inaspettatamente, notò qualcosa di strano: un cucciolo pieno di cactus le passò molto vicino.



ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

La donna decise di seguirlo, per vedere se era il cucciolo di uno dei suoi vicini, ma quando si avvicinò un po ‘si rese conto che l’animale era molto cattivo: il piccolo era coperto di spine di un cactus e soffriv molto .

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

La donna disse al Daily Mail che seguì l’animale per un momento, aspettando che il suo padrone venisse a prenderlo, ma vedendo che svenne per il terribile dolore, decise di reagire e fare qualcosa per aiutarlo, altrimenti sarebbe morto davanti a lei, qualcosa che non si sarebbe mai perdonata.

Maxwell si avvicinò per aiutare l’animale e grande fu la sua sorpresa nello scoprire che il suo padrone non sarebbe mai venuto per lui, non era un cane, ma un piccolo coyote, che stava soffrendo troppo, per le terribili spine che invadevano il suo corpo.

“Ha provato ad alzarsi, ma il dolore causato dalle spine lo ha abbattuto e mi si spezzava il cuore”, ha detto la donna, che per sua fortuna ha incrociato due dipendenti del Pebblebrook Golf Course.

Sono stati Shawn Bordine e Jose Soto, che erano disposti ad aiutare il piccolo. Soto indossò un paio di guanti spessi per tenere il cucciolo mentre Bordine usò un paio di pinzette per rimuovere una ad una le spine del cactus incastonato nel suo fragile corpicino.

“Mentre José lo stringeva, potevo strappargli le spine dalla bocca. Non ha cercato di mordermi e non ha fatto alcun tipo di suono “, ha detto Bordine.

I coyote sono molto comuni nello stato dell’Arizona, ci sono persino persone che li considerano una peste, perché possono diffondere diverse malattie. Ci sono anche quelli che hanno paura di loro, perché a loro piace mangiare animali da fattoria, anche se è molto strano un attacco contro gli umani.

Alla fine, il baby coyote è riuscito a sopravvivere e, nonostante abbia avuto delle ferite, ha incontrato sua madre e il resto della “famiglia” che lo stava aspettando molto vicino a dove è successo tutto.