Tutta colpa di quel peluche

Per Dexy Leigh Walsh, una mamma di Dundee, in Scozia, era solo un’altra mattina in cui doveva svegliare le sue figlie a scuola, ma quando è andata ad aprire la porta della sua stanza si è ritrovata in un incubo senza fine. La sua bambina di soli diciotto mesi, di nome Connie Rose, era nel lettino non mostrava segni di vita.

Un peluche le era caduto addosso e l’aveva soffocata. Ha deciso di raccontare la sua storia, per pregare le mamme di controllare sempre le mensole sopra i letti dei propri figli e ciò che hanno intorno. Con un messaggio emotivo, doloroso ma allo stesso tempo incoraggiante, scritto un mese dopo con un post su Facebook, ha descritto nel dettaglio i momenti in cui è accaduta la tragedia per aiutare gli altri genitori. Con quelle parole si è incolpata di aver messo un giocattolo sul letto. Ha ricordato come sua figlia portasse gioia e vita nella loro casa e come ora la sua assenza sta distruggendo le loro vite. Il lettino della bambina era poggiato contro il muro e all’altro lato c’era una sbarra protettiva. Walsh voleva proteggere la bambina dal piccolo spazio tra il letto e il muro, per non farle sbattere la testa. Così ha utilizzato diversi giocattoli imbottiti e il peluche più grande lo ha messo proprio vicino al cuscino. Purtroppo il peso di questo peluche, era troppo, è caduto e ha soffocato Connie Rose. Questa povera mamma continua ad incolparsi, se non avesse messo lì quei peluche, la sua bambina sarebbe ancora viva.


E’ per questo che ha chiesto a tutto il mondo di condividere la sua storia.


Vuole che siano evitate altre tragedie come queste.

Evitate cuscini,peluche, evitate qualunque oggetto pericoloso vicino ad un bambino mentre dorme!

Condividete!