Una lezione che non dimenticheranno

Courtney Greatrex, 22 anni, ha vissuto una situazione, purtroppo molto comune alle donne, ma alquanto fastidiosa e qualche volta pericolosa. Quando stava andando al lavoro è stata molestata da tre estranei, che l’hanno seguita per un lungo tragitto, dicendole cose che lei non gradiva per niente. Fortunatamente non è rimasta ferma senza fare niente, anzi…


“Hanno cominciato a gridare cose dal finestrino del loro furgone, ho chiesto loro di smetterla con i loro commenti. Poi hanno iniziato a ridere e mi sono innervosita sempre di più, diventando anche aggressiva e ho detto loro di lasciarmi in pace ” dice Courtney al Daily Mail . A un certo punto Courtney ne ha avuto abbastanza e ha deciso di vendicarsi. Erano le sette e trenta del mattino e Courtney, da Londra (Regno Unito), percorreva il marciapiede fino alla fermata della metropolitana. Poi si rese conto che un furgone bianco la stava seguendo. I tre uomini iniziarono a fischiare e a molestare Courtney. Per diversi minuti le fischiavano e la prendevano in giro. Molte donne si sono trovate in questa situazione. La maggior parte non osa fare nulla o semplicemente non sa cosa sia meglio fare, ma Courtney ha deciso di vendicarsi. “Quando si sono rifiutati di fermarsi, ho scattato una foto del furgone. Allora hanno cercato di nascondersi in modo che non si vedessero le loro facce”. Sebbene avessero nascosto i loro volti, non era così difficile individuarli, poiché stavano guidando un veicolo aziendale. Sul furgone c’era scritto il nome di una società di riparazioni di tetti.

La foto è stata rapidamente diffusa su Internet e non ci è voluto molto tempo prima che il capo dei ragazzi vedesse cosa era successo. Ora i molestatori si sono pentiti di quello che hanno fatto. Il capo non è affatto contento del comportamento dei suoi lavoratori e dell’immagine che hanno dato della sua compagnia. Uno di questi è stato licenziato direttamente, gli altri due saranno esaminati.

Il capo ha persino parlato con Courtney della faccenda. “Ho parlato con il capo e mi ha trattato molto bene. E naturalmente l’azienda prenderà misure per il comportamento di questi uomini seduti al volante di uno dei veicoli dell’impresa “, dice la giovane donna.

Un grande applauso per questa ragazza che ha osato parlare di quello che è successo. Spero che questo serva a questi ragazzi come lezione. Le molestie sono sempre spregevoli, dobbiamo parlarne in modo da fermare questo modo sgradevole di agire.