Una nascita che fa sorridere, la storia di Angel e del piccolo Sullivan

Home > Lifestyle > Una nascita che fa sorridere, la storia di Angel e del piccolo Sullivan

La protagonista di questa storia è una donna di trenta anni di nome Angel Taylor. Era già mamma di tre figli, quando ha scoperto di essere nuovamente incinta. Si è mostrata subito felice e la gravidanza è andata avanti senza alcun problema. La data del parto era prevista verso la metà del mese di marzo.

Poi però, durante un controllo, il ginecologo si è reso conto che la sua pressione sanguigna fosse troppo alta, così ha deciso di anticiparle il parto di una settimana. Naturalmente, al momento del ricovero, le contrazioni non erano iniziate, quindi i medici hanno deciso di indurle il parto, somministrandole la pitocina, in piccole dosi. Il suo ginecologo voleva tentare un parto naturale, ma con molta cautela, poiché in passato Angel aveva partorito con cesareo e quindi, in questi casi, c’è sempre la possibilità di una rottura del tessuto cicatrizzale. Alla fine, però, altre complicazioni, non hanno permesso l’incanalamento del neonato e la donna si è dovuta sottoporre nuovamente ad un taglio cesareo. Una nascita sicuramente paurosa e sofferta, ma che alla fine ha fatto sorridere tutti. Il piccolo è nato con le braccia completamente spalancate e un sorriso stampato sul viso, come se volesse festeggiare la sua vittoria e abbracciare il mondo. La scena ha commosso tutti i presenti, tutto il team medico, i parenti di mamma e papà e successivamente, tutto il mondo. Si, perché Angel ha ripreso la sua storia e poi l’ha condivisa con tutto il popolo del web, pubblicando un video su Youtube.

Angel ha deciso di chiamare il bambino Sullivan.

Non sono meravigliose queste immagini?

Vi hanno emozionato, non è vero?