Uno scherzo dall’aldilà

Phedre Fitton era una donna molto divertente che amava divertirsi e che spesso faceva scherzi ai familiari. Purtroppo la donna si ammalò di cancro e, a 69 anni perse la sua battaglia con la malattia. Prima di morire, però, chiese a suo marito, Nigel Fitton, di continuare ad innaffiare le sue piante. Gli disse che ci teneva tanto e gli chiese di farlo per lei.

Nel 2013 Phedre morì e il marito, così come le aveva promesso, continuò a innaffiare le sue piante che teneva nel bagno della loro casa in Sud Africa. Le piante erano bellissime e sembravano stare bene e l’uomo era felice di poter mantenere la parola data alla moglie morente. Le innaffiava spesso anche aveva notato che non bevevano molto perché fuoriusciva sempre un po’ di acqua dai vasi.  Passarono gli anni e le piante continuavano ad essere perfette, segno che la cura quasi maniacale di Nigel era perfetta per loro. Ma l’uomo decise di cambiare casa e si mise alla ricerca di una nuova abitazione. Trovò un posto che gli piaceva e organizzò il trasferimento. Ovviamente, intendeva portare con se nella nuova casa le piante della moglie. Ma quando le caricò in macchina si accorse di un particolare che non aveva mai notato… le piante erano finte! La moglie gli aveva voluto giocare un’ultimo scherzetto dall’aldilà… chiss come se la rideva vedere la sorpresa sulla faccia dell’uomo.

La figlia di Nigel e Phedre, Antonia Nicol, che lavora come vigile del fuoco a Londra, ha deciso di raccontare l’intera vicenda sul suo profilo Twitter.

 

Ha detto che lo scherzo della madre ha fatto sentire ai famigliari di averla ancora con loro.

Dall’aldilà la donna è riuscita a strappare un sorriso a suo marito…

Una donna davvero speciale, non pensate?