Uomo dà accidentalmente alle fiamme la moglie

La coppia si stava godendo un falò in un campeggio.

Mitch e Courtney Waldron di Tallapoosa, in Georgia, si stavano godendo una vacanza in campeggio in autunno, quando la vita della donna è cambiata all’improvviso per sempre. La coppia era sposata da solo due mesi. Era seduta accanto al falò quando le fiamme cominciarono a spegnersi. Mitch decise di versare benzina sul fuoco per rianimarlo, ma finì per far bruciare la moglie Courtney.


Courtney ha raccontato la terribile esperienza in un’intervista rilasciata a Inside Edition: “Stavo soffrendo tanto. Ero seduta lì a schiaffeggiarmi la faccia, cercando di togliere il fuoco dal mio corpo”.

“Mi sono fermata e ho cominciato a rotolare mentre urlavo di dolore. Pensavo di morire”.

Mitch ha subito chiamato il 911: “Signora, aiuto, mia moglie sta bruciando. Per favore sbrigatevi. Stavamo facendo un falò e all’improvviso è esploso. Abbiamo bisogno di aiuto”. Quando l’operatore chiede perché è scoppiato l’incendio, lui risponde così: “E’ stata una cosa stupida che ho fatto io”.

La donna è stata prontamente portata in ospedale: ha subito ustioni per oltre il 40% del viso e del corpo. Ha trascorso 51 giorni in ospedale ed è stata sottoposta a 20 diversi interventi. Nonostante questo oggi è fortemente sfigurata: “Le mie mani si sono bruciate perché cercavo di spegnere la mia faccia. Ho sentito bruciare ogni centimetro della mia carne quella notte”.

Solo due settimane dopo essere stata dimessa dall’ospedale, Mitch l’ha lasciata da sola a crescere sua figlia di 4 anni e a pagare 2 milioni di dollari di spese ospedaliere. “Anche se so che è stato un incidente, non ho ancora sentito un mi dispiace per avermi per sempre cambiato la vita”.

L’uomo ha lasciato da sola la moglie dopo l’incidente. Per fortuna la sua comunità, dopo aver sentito la sua storia, si è unita per costruire una casa per lei e per le figlia, aprendo anche una campagna GoFundMe per pagare le sue spese mediche.