Usi spesso il filtro Inkwell di Instagram? Allora sei depressa

Ecco come possiamo scoprire il nostro stato mentale dall'utilizzo dell'applicazione

 

Secondo un nuovo studio, condotto dai ricercatori della Harvard e dell’Università del Vermont, sarebbe possibile capire lo stato mentale delle persone dal modo in cui utilizzano Instagram e in particolare dalla scelta dei filtri.

Dalla ricerca è emerso che a seconda della tipologia di scatto effettuato, si potrebbe capire addirittura se una persona è colpita da depressione.

Dopo una serie di valutazioni è stato scoperto che gli utenti depressi pubblicano immagini dalla tonalità blu scuro e più sbiadite. Generalmente non utilizzano i filtri, ma quando lo hanno fatto favoriscono soprattutto “Inkwell” ma anche “Crema”, “Willow” e “Reyes”.

Instagram e psiche
Instagram e psiche

Gli utenti non depressi invece, tendono ad utilizzare maggiormente i filtri ed il loro preferito è “Valencia”. Inoltre, le  immagini pubblicate da chi non ha disturbi risultano con toni più caldi.

Le persone depresse pubblicano foto di singole persone o al massimo due – dunque più selfie o foto ad altre persone – e un minor numero di scatti a grandi gruppi. Generalmente gli utenti depressi ricevono più commenti, mentre coloro che non sono depressi ottengono più Mi piace.