Vende la verginità per un milione di euro e poi si innamora del vincitore dell’asta

Che storia incredibile!

Jasmine è una studentessa francese di 20 anni che ha fatto molto discutere per un fatto che non è sicuramente una novità. Ultimamente sentiamo molto spesso notizie di ragazze molto giovani che decidono di mettere all’asta la propria verginità. Per cifre da capogiro. Una pratica che moralmente potrebbe essere decisamente molto discutibile, non vi pare?


Jasmine ha deciso di perdere così la sua verginità. Non con il ragazzo che le ha fatto perdere la testa o battere forte il cuore. Non con il fidanzatino del liceo con il quale magari ha partecipato al ballo di fine anno. Non con un compagno scelto dopo un fulmine a ciel sereno o una freccia scagliata da Cupido. Lei la sua verginità l’ha messa all’asta.

E sapete quanto ha guadagnato dalla vendita della sua verginità? Lei che voleva arrivare illibata al giorno del matrimonio, ma che per motivi economici ha deciso di fare se$$o per la prima volta a pagamento, ha guadagnato un milione e duecentomila euro.

Così ha potuto aiutare la famiglia, pagarsi un viaggio intorno al mondo e sperare di poter avviare la sua start up. Ma non finisce qui. Pare che adesso sia sia innamorata dell’uomo che l’ha vinta all’asta.

A vincere l’asta era stato un banchiere statunitense di Wall Street che ha battuto per 300mila euro le offerte di un dee jay di Los Angeles e di un imprenditore che vive in Germania. L’uomo è un po’ più vecchio di Jasmine, ma lei si è innamorata…

“Forse è presto per parlare di amore, ma la mia prima volta è stata bellissima anche se ero molto nervosa. Per questo ho deciso di vederlo ancora e ora ci stiamo frequentando”, queste le sue parole al Mirror.

“La mia è una famiglia molto religiosa, ma avevamo molte spese e alla fine erano d’accordo con la mia scelta, così ho contattato un servizio apposito, Cinderella Escorts. Non voglio essere un esempio, vorrei che le ragazze prendano decisioni affrettate, ma a volte è doloroso quando l’amore con la persona della prima volta finisce. Credo che ogni donna debba decidere del proprio corpo e questo comprende anche la possibilità di vendere all’asta la propria verginità”.