Vivere e lavorare all’estero: la tessera professionale europea

Un modo per far riconoscere la propria professionalità all'estero

 

In un contesto in cui la mobilità lavorativa all’interno della comunità diventa fondamentale e con la forte crescita di giovani che tentano nuove vie di vita e lavoro all’estero, alcune realtà che venivano poco considerate fino a poco tempo fa ora assumono una certa importanza: la Tessera Professionale Europea, o European Professional Card (E.P.C.),  può essere un vero aiuto per alcuni settori di professionisti interessati a muoversi all’interno della Comunità Europea.

Tessera professionale europea
Lavorare e vivere all’estero ormai è un’alternativa sempre più scelta da giovani e meno giovani.

Cosa è la Tessera Professionale Europea?

La tessera professionale europea è una procedura elettronica per il riconoscimento delle qualifiche professionali all’interno dei paesi dell’Unione Europea che cerca di facilitare, velocizzare e rendere più trasparenti le vecchie procedure.
Nonostante sia una novità molto attesa, al momento la Tessera Professionale Europea è ottenibile solo per alcune professioni. Quindi puoi richiederla se sei:

– un infermiere
– un farmacista
– un fisioterapista
– una guida alpina
– un agente immobiliare

La procedura può essere richiesta sia per mobilità temporanea (vuoi esercitare la tua professione in uno stato UE temporaneamente o occasionalmente) oppure per stabilimento (ti vuoi stabilire in un altro paese della UE ed esercitare la professione in modo stabile).

Tessera lavoro europea
Sempre più persone tentano nuove strade

Una volta superato l’iter non ti troverai avanti un tesserino vero e proprio. La tessera è infatti la prova elettronica del riconoscimento delle qualifiche e che hai superato i controlli amministrativi. Puoi creare però il certificato della Tessera Professionale Europea in formato PDF e su questo documento sarà inserito un numero identificativo che il tuo datore di lavoro potrà utilizzare per verificare la validità del tuo certificato.

Come richiedere la Tessera Professionale Europea

Tessera lavoro europea
Procedura on line per snellire e velocizzare il processo

Per far partire la procedura di richiesta della Tessera Professionale Europea basta connettersi al sito ECAS e creare un nome utente e relativa password.

Il passo successivo è compilare il modulo con i dati personali per creare il tuo profilo. In genere se si ha necessità di aggiornare il profilo successivamente alla creazione lo si può fare automaticamente, ma non dopo l’inserimento di una domanda: in questo caso i dati possono essere aggiornati solo richiedendo la modifica all’autorità che gestisce il tuo fascicolo.

Sistemato il profilo potrai inoltrare la domanda inserendo anche le scansioni di tutti i documenti richiesti.

Per avere idea di come è regolamentata la tua professione e quindi sapere quali documenti scansionare e inserire nella domanda puoi usare il Regulated profession database: inserendo il paese d’origine in cui avete studiato per la vostra professione, il paese in cui volete praticare e la vostra professione avrete modo di capire se c’è una regolamentazione per la vostra professione e quali documenti vi servono.

Quanto tempo ci vuole per l’accettazione della domanda per Tessera Professionale Europea?

In caso di domanda per mobilità temporanea il procedimento può richiedere da 3 settimane a 3 mesi. In caso invece di domanda per stabilimento il processo richiede dai 2 ai 3 mesi: se la tua professione gode dei benefici del riconoscimento automatico la procedura può essere più veloce.

Quanto dura la Tessera Professionale Europea?

In caso ci si trasferisca in modo permanente nel paese EU dove si vuole lavorare, la tessera può avere durata illimitata. In caso invece ci si sposti temporaneamente, la tessera può avere la durata di 18 mesi o eventualmente di 12 per particolari professioni collegate alla salute pubblica.