Le leggende metropolitane più assurde legate al ciclo femminile

Ci sono credenze davvero incredibili, miti da sfatare!

 

Il ciclo femminile è sempre stato legato a leggende e credenze assolutamente prive di fondamento. Esistono ancora oggi comunità sparse nel mondo che considerano la donna impura nei giorni della mestruazione e la tengono lontana dalla vita del resto delle persone, se non segregata, come succede in Nepal. Ma anche in Italia sono state e, purtroppo, sono molte le leggende metropolitane legate al ciclo femminile, alle quali assolutamente non credere: alcune sono proprio assurde!

ciclo-femminile1
Quante leggende legate al ciclo!

1. Non lavarsi i capelli durante il ciclo

2. Non bisogna prendersi cura dei fiori e delle piante quando si ha il ciclo

3. Non si possono fare le conserve (di pomodoro, di frutta) durante quei giorni

4. Non si devono mangiare o toccare i pomodori

5. Le donne con il ciclo impediscono la lievitazione di pane, pizza, dolci

6. Le donne con il ciclo fanno impazzire la maionese

7. Il tocco di una donna con il ciclo fa marcire la carne, inacidire i latticini e rende immangiabile il grano

8. L’acqua interrompe il ciclo: non bisogna lavarsi

9. No allo sport, al sesso e ai bagni in mare

10. Fare sesso durante il ciclo non fa rimanere incinte (le possibilità ci sono, sempre protette!)

11. Lo sguardo di una donna mestruata rende sterile un’altra donna se le guarda il grembo

E a voi quali leggende sono state raccontate?