Abby e Brittany, le gemelle siamesi più famose al mondo

Abby e Brittany Hensel sono due gemelle siamesi, condividono lo stesso corpo ma non tutti gli organi. Ognuna ha un proprio cuore, un proprio stomaco, polmoni propri e midollo spinale proprio.

I gemelli congiunti sono piuttosto rari e questa è la ragione per cui la storia di Abby e Brittany è diventata così popolare. Le due, fin da neonate, sono state presentate in diversi programmi tv e il mondo è rimasto affascinato dalla loro vita.

I gemelli siamesi, di solito, si verificano una volta ogni 200.000 nascite e il tasso di sopravvivenza è molto basso. Il fatto che queste due sorelle siano ancora vive oggi, è considerato un miracolo.

Ogni gemello controlla la metà del corpo dell’altro, ogni gemello controlla l’uso di un braccio e di una gamba. Ci sono attività come la scrittura che possono fare ognuna per i fatti propri ma la maggior parte, come il nuoto, sono attività di coordinamento. Immaginate quanto sia difficile e allo stesso tempo straordinario, praticarle.

Ognuna di loro ha la patente, hanno dovuto dare due esami differenti. Mentre guidano, Abby deve controllare tutto il lato destro e Brittany il sinistro. Naturalmente anche la loro personalità è differente, come i loro hobby ma hanno imparato a rispettarsi a vicenda.

“Non ci ha mai fatto paura vivere così, ci amiamo. L’unica cosa che fa paura, è il modo in cui la gente rimane a fissarci”, hanno dichiarato le due sorelle.

Hanno lo stesso corpo, ma due personalità diverse ed è così che pretendono di essere trattate. Quando vanno al cinema, anche se occupano una sola sedia, loro comprano due biglietti.

Anche la malattia è differente, avendo alcuni organi diversi, come i polmoni, non è detto che se una si ammala, debba ammalarsi anche l’altra. Fino ad oggi sono stati 4 i casi di gemelli siamesi arrivati all’età adulta. Solitamente nascono con un problema cardiaco congenito o con un qualche tipo di anomalia degli organi.

“Amiamo mostrare il nostro stile e non ci vergogniamo ad andare in giro con una scarpa di un modo e una di un altro, oppure con un leggings di due colori, uno per ogni gamba.

Quando erano piccole, ai genitori è stato proposto di separarle con un intervento chirurgico ma hanno rifiutato poiché la probabilità di morte durante l’operazione, era elevata.

Abby e Bruttany si sono laureate e hanno trovato un lavoro come insegnante, il lavoro è svolto insieme, quindi la paga è per una sola persona.

La loro vita è piena di sacrifici e le litigate sono all’ordine del giorno, ma hanno imparato a vivere in simbiosi e a rinunciare ad alcune cose solo per il bene dell’altra.

“E’ così che continueremo a vivere, unite, finché morte non ci separi!”