Aurora Leoni, la mamma di 12 anni che consiglia di evitare l’aborto

Aurora Leoni è una giovanissima mamma di 12 anni che non ha mai avuto dubbi se tenere o no il suo bambino. E consiglia alle altre donne di non abortire.

Home > Mamma > Aurora Leoni, la mamma di 12 anni che consiglia di evitare l’aborto

Aurora Leoni ha solo 12 anni. È poco più di una bambina. Eppure è già mamma. In una recente intervista ha raccontato che le paure di una giovane mamma come lei sono tante. Anche perché si trova ad affrontare qualcosa che è decisamente più grande di lei. Ma lei non ha mai avuto dubbi. Non avuto dubbi sul fatto di far nascere il suo bambino. E anzi, si sente in dovere di dire a tutte le altre donne di non interrompere la gravidanza.

Aurora Leoni

Aurora dice no all’aborto. In Italia è un tema molto sentito e tornato particolarmente attuale dopo i duri attacchi alla Legge 194 che ne regola la pratica nel nostro paese. Paese in cui si predica bene ma si razzola male. Perché se la legge di fatto garantisce il diritto di ogni donna ad abortire, i medici obiettori, che sono sempre di più, non lo consentono.

La giovane Aurora rimasta incinta ha voluto con tutte le sue forze tenere il bambino. Tutti le hanno consigliato di interrompere la gravidanza. Anche di fronte a un neuropsichiatra infantile ha ribadito il suo no all’aborto, perché lei quel bambino lo sentiva già suo. A soli 12 anni. Quando non si dovrebbe pensare a far la mamma, ma ancora essere una figlia che si gode la sua età. Ma lei non ha voluto sentire ragioni.

In un’intervista ha spiegato il perché di questa scelta: “Ho deciso di non abortire perché, come ogni bambina, anche io sognavo di fare la mamma e soprattutto volevo poter dare tutto il mio amore ad un bambino. Così come i miei genitori non lo avevano dato a me”.

Lei è sicura della sua scelta e invita tutti a ragionarci sopra: “Noi siamo liberi di fare le nostre scelte ma, a mio parere, quando scegliamo di abortire dobbiamo avere presente come la decisione non ricada su di noi, ma pure su un povero bambino innocente. Tutti noi dovremmo pensare che se fosse capitato a noi di non poter nascere, ci saremmo persi tutte le gioie ed i dolori della vita: non avremmo mai conosciuto le persone che ci sono care”.