Bambina mandata quasi in overdose da un farmaco prescritto dal pediatra

Jessica Brough è una madre di ventiquattro anni. Ha una bambina di nome Grace di sei settimane e Nathan il più grande. La sua neonata aveva problemi di reflusso, per questo ha deciso di portarla dal pediatra. Il medico le ha prescritto delle medicine, che avrebbe dovuto assumere per tre mesi.

Per Jessica quel farmaco non sembrava adatto ad una bambina, ma si è fidata del suo medico ed è andata a prenderlo in farmacia. I tre giorni successivi, sono stati un inferno, perché la mamma, doveva somministrare questa medicina alla sua bambina, ma lei non ne voleva proprio sapere. Inoltre Grace era diventata molto strana, dormiva molto più tempo ed aveva un sonno più profondo. Jessica era preoccupata, ma ha aspettato il controllo di un’altra dottoressa a casa, che è avvenuto il terzo giorno.  A quel punto la mamma le ha fatto vedere tutto quello che dava alla sua bambina e anche il dosaggio. La donna è rimasta sconvolta, perché il farmaco che Jessica stava somministrando a Grace era fortissimo e le dosi erano assolutamente sbagliate! La bambina stava rischiando un avvelenamento. Invece di un ml di dose, il pediatra le aveva detto di darle dieci ml, due volte al giorno. Per questo Grace è stata subito ricoverata in ospedale. I medici le hanno fatto subito dei test per vedere se la piccola fosse stata avvelenata. Fortunatamente dopo tutte le analisi, i dottori hanno escluso danni al cervello e ad altri organi vitali. E’ dovuta rimanere ricoverata per quattro giorni, ma fortunatamente la vicenda si è conclusa bene. Avrebbe anche potuto riportare danni permanenti.

Jessica è ancora scossa, perché se non si fosse resa conto dei danni che quel farmaco stava procurando alla sua bambina, Grace oggi avrebbe problemi, o forse sarebbe anche potuta morire.

La mamma per questo ha deciso di sporgere denuncia ed ora il caso è nelle mani di Medical Board in Australia, che sta facendo tutte le indagini sul caso.

Se avete qualche dubbio su quello che il vostro medico da per i vostri figli, chiedete altre informazioni ad altri dottori, proprio come ha fatto Jessica! Due pareri, sono meglio di uno!

Fonte: www.dailymail.co.uk

di Lisa