Bonus asilo nido 2019: tutte le novità

Bonus asilo nido: il sostegno per tutte le famiglie con figli iscritti all'asilo nido

Home > Mamma > Bonus asilo nido 2019: tutte le novità

Oggi vogliamo parlarvi del sostegno a disposizione delle famiglie, per quanto riguarda l’asilo nido. L’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232, mette a disposizione, per tutti i nati dal 1 gennaio 2016, un sostegno di massimo mille euro, per aiutare le famiglie a pagare le rette dell’asilo. Non solo, questo incentivo prevede anche un aiuto sotto forma di assistenza domiciliare, per quei bambini affetti da gravi patologie e che, quindi, non possono frequentare l’asilo.

La novità per quest’anno, 2019, che sarà poi prolungata anche per gli anni 2020 e 2010, riguarda l’importo, che è stato aumentato fino a 1500 euro (prima era di 1000 euro). Questo importo verrà erogato in undici mensilità, al genitore che farà la domanda. Non è previsto alcun tetto ISEE, quindi l’incentivo spetta a tutti quei genitori che hanno iscritto uno o più figli, all’asilo nido, che siano italiani, stranieri, con permesso di soggiorno. La retta massima è di 136,36 euro al mese, che calcolata per gli undici mesi, raggiunge i 1500 euro.  La domanda può essere fatta direttamente sul sito dell’Inps, nella sezione dei servizi online, tramite l’apposito PIN personale e può essere fatta fino al 31 gennaio 2019. I genitori dovranno allegare la documentazione attestante l’iscrizione all’asilo. Chi ha già fatto la domanda per il precedente anno, dovrà rifarla per il 2019. Il bonus può essere richiesto anche per le sezioni primavera. Se si perdono i requisiti richiesti, l’Inps interromperà l’erogazione dell’importo mensile. Tra questi: perdita della cittadinanza, decesso del genitore che ha effettuato la domanda, se al genitore che ha fatto la domanda viene tolta la custodia del proprio figlio e decadenza dall’esercizio della responsabilità genitoriale.

Naturalmente, in questi casi, un soggetto diverso, l’altro genitore o un tutore, potrà ripresentare la domanda.

Come abbiamo già detto in precedenza, la domanda può essere effettuata online, sul sito Inps, oppure al numero gratuito da rete fissa, 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile. In alternativa, potete anche rivolgervi ad un patronato.

La domanda deve essere presentata dal genitore che paga la retta dell’asilo. Nell’eventualità in cui non tutte le rette siano pagate dallo stesso genitore, ognuno di essi potrà presentare domanda, con riferimento alle mensilità per le quali ha provveduto a pagare l’asilo.

Per quanto riguarda i bambini affetti da gravi patologie, alla domanda dovrà essere allegato un attestato rilasciato dal pediatra del bambino, in cui questo spiega le ragioni dell’impossibilità del piccolo, a frequentare l’asilo. In questo caso, il bonus verrà erogato in un’unica soluzione di 1500 euro.

Per altri dubbi e per tutte le altre informazioni, potete leggere l’articolo direttamente sul sito Inps, cliccando QUI.