Buttato fuori di casa perché è gay

La madre butta fuori di casa suo figlio perché è gay, il ragazzo disperato si rivolge al nonno, il quale lo accoglie a braccia aperte. Tre giorni dopo la donna riceve una lettera che ha fatto il giro del web.

Home > Mamma > Buttato fuori di casa perché è gay

Un giovane degli Stati Uniti aveva riflettuto a lungo, e alla fine aveva osato dire a sua madre che era omosessuale. Ma non aveva mai immaginato che la madre avrebbe reagito in quel modo così estremo e lo avrebbe gettato in mezzo alla strada. Il ragazzo, il cui nome è Chad, cercò conforto da un parente che lo trattava molto bene: suo nonno.

Ma il nonno non solo si prese cura del ragazzo, ma scrisse anche una lettera a sua figlia che ora è diventata virale. Penso che sia una lettera così ben scritta che vale la pena leggerla e condividerla!

Cara Christine:

Sono deluso da te, figlia mia. Hai ragione che c’è una “vergogna in famiglia”, ma non è come pensi. Buttare Chad fuori da casa tua, solo perché è omosessuale, è la vera “abominazione” in tutto questo. Un padre che getta suo figlio in questo modo è ciò che “non è naturale”. L’unica cosa intelligente che hai detto in tutta questa situazione è che “non hai insegnato a tuo figlio ad essere gay”. Certo che no. Non ha “scelto” questo, è nato così, esattamente come alcune persone nascono mancine. Ma tu si che hai fatto una scelta. Hai scelto di ferirlo, sei intollerante a tal punto che hai fatto un passo indietro. Quindi, dato che mi hai appena dimostrato che si posso rinnegare i nostri figli, colgo l’occasione e ti dico addio. Ora ho un nipote fantastico e non ho tempo per una figlia senza cuore, come te.

Se trovi di nuovo il tuo cuore, chiamaci.

/ Papà

Si dice che questa sia la lettera originale, che ha circolato per diversi siti negli ultimi anni.

Non possiamo dire con certezza che tutta la storia è vera, ma sicuramente questa lettera ha un messaggio molto buono che vale la pena diffondere.