Cade dalle braccia del padre, perde la vita neonato di due mesi

Purtroppo, la vita è questa: le tragedie sono sempre dietro l’angolo che ci aspettano. Sentire parlare di certe cose è davvero difficile. Però, oggi abbiamo deciso di raccontarvi quello che è accaduto sabato sera nell’ospedale di Pisa. E’ difficile credere che purtroppo possono accadere cose così.


E’ morto qualche ora dopo il ricovero il neonato di due mesi di Pisa. Il padre è un medico di quaranta anni, che fa servizio all’ospedale di Empoli. Secondo il suo racconto, lui lo stava cullando, mentre il fratello gemello stava dormendo, quando ad un certo punto gli è scivolato dalle mani e da qui la tragedia. Ha battuto la testa sul pavimento. Il bambino ovviamente ha iniziato a piangere a dirotto, però, il padre ha visto subito che non c’erano lesioni esterne. Nonostante questo, però, ha preferito portarlo in pronto soccorso, per vedere se avesse avuto qualche trauma. I dottori di quest’ospedale, l’hanno ricoverato d’urgenza al reparto neonatale, in osservazione. Inizialmente nessuno pensava al peggio, non era in condizioni così gravi. Però, poi, durante la notte, le sue condizioni hanno iniziato a peggiorare e per il piccolo non c’è stato più nulla da fare. E’ morto domenica mattina. Quello che nessuno pensava possibile, è diventato un incubo reale. Nessuno ha potuto fare più nulla per lui. La famiglia ora è distrutta, il padre ha molti sensi di colpa, ma può capitare a chiunque. Questa è stata una vera e propria tragedia, dinanzi a cui siamo impotenti.

Ora le cartelle cliniche sono in mano alla polizia, che sta indagando, come di prassi.

Secondo i primi aggiornamenti sono stati già trovate diverse incoerenze al racconto dell’uomo, che però, nonostante questo non è ancora iscritto al registro degli indagati.

Forse, la procura, tra qualche giorno, potrebbe predisporre l’autopsia sul corpo del bambino.

Rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.