Come far fare il ruttino al neonato: casi e tecniche

Il piccolo non ci riesce e tu sei in pensiero? Scopriamo insieme come far fare il ruttino al neonato, con tecniche e suggerimenti

Home > Mamma > Come far fare il ruttino al neonato: casi e tecniche

Anche se non c’è nessuna regola che dice che il tuo piccolo debba ruttare dopo ogni poppata, è bene sapere come far fare il ruttino al neonato senza troppa fatica.

Sì, perché ci sono delle piccole tecniche e dei suggerimenti da seguire per fare in modo che questo accada, ma attenzione: se il tuo bambino non rutta non devi preoccuparti, è probabile che non ne abbia tutto questo bisogno!

Perché il bambino fa il ruttino

Prima di capire come far fare il ruttino al neonato, cerchiamo di capire perché lo fa. In maniera molto semplice, quando il tuo bambino si nutre, piccole bolle d’aria possono rimanere intrappolate nello stomaco.

come-far-fare-il-ruttino-al-neonato

Queste bolle possono far sentire il tuo piccolo a disagio, fargli avere delle piccole coliche o addirittura farlo sentire pieno quando in realtà ha ancora bisogno di mangiare. Facendo fare il ruttino al tuo bambino lo aiuti a liberare spazio nella sua pancia, così può nutrirsi meglio

In quali casi è bene far fare il ruttino al neonato?

Insistere un po’ di più per far fare il ruttino al neonato è importante se spesso rigurgita un po’ di latte dopo le poppate, se ha le coliche o presenta reflusso. Tra le cose che nessuno ti dice dell’allattamento c’è proprio la frequenza del rigurgito nei diversi casi di allattamento.

Per essere specifici, in genere i bambini allattati al seno tendono ad avere bisogno di meno eruttazione rispetto ai bambini allattati artificialmente, perché tendono a ingoiare meno aria durante l’alimentazione.

Se stai allattando artificialmente con la formula o con il latte materno espresso, però, niente paura: basta provare anche a usare un biberon anticolica per frenare i rigurgiti e le coliche e per evitare di avere l’ossessione del ruttino!

Come far fare il ruttino al neonato?

Esiste più di un modo per far fare il ruttino al tuo bambino. Prima di provarci, però, metti un asciugamano sopra di te: molti bimbi rigurgitano un po’ di latte quando eruttano e la cosa è assolutamente normale.

come-far-fare-il-ruttino-al-neonato

Ecco tre metodi per far fare il ruttino al bambino che puoi provare.

  • Al di sopra delle tue spalle: tieni il bambino in modo che il suo mento si appoggi sulla tua spalla.
    Sostieni il suo sedere con la mano. Strofina delicatamente e picchietta la schiena con l’altra mano.
  • Seduto sulle tue ginocchia: metti il ​​tuo bambino in grembo rivolto verso di te. Usa un braccio per sostenere il corpo del tuo bambino e il palmo della tua mano per sostenere il suo petto mentre le tue dita sostengono dolcemente il mento e la mascella. Tieni le dita lontane dalla gola, appoggia leggermente il bambino in avanti e picchietta o strofina delicatamente la schiena per un po’ con la mano libera .
  • A faccia in giù sul tuo grembo: metti il ​​tuo bambino a faccia in giù sulle tue gambe, ad angolo retto rispetto al tuo corpo in modo che stia sdraiato sulle tue ginocchia. Sostieni il mento e la mascella del tuo bambino con una mano. Tieni la testa del tuo bambino leggermente più in alto rispetto al resto del suo corpo, così che il sangue non scorra alla testa. Sfrega o tampona delicatamente la schiena del tuo bambino con l’altra mano.

Qualsiasi sia il metodo che hai scelto, parla o canta dolcemente al tuo bambino mentre lo massaggi delicatamente o gli accarezzi la schiena. Ascoltare la tua voce lo aiuterà a rilassarsi.

Se il tuo bambino non ha ruttato dopo un paio di minuti, cambia posizione. E se non dovesse funzionare, lascia perdere e stai serena: probabilmente significa che non ne ha bisogno!