E’ stata definita la peggiore madre del mondo perché ha gettato il gelato dei suoi bambini

E' stata definita "la peggiore madre del mondo", perché ha gettato via il gelato dei suoi figli davanti ai loro occhi. Il motivo? Mezzo mondo sta ancora applaudendo

Home > Mamma > E’ stata definita la peggiore madre del mondo perché ha gettato il gelato dei suoi bambini

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di questa mamma, poiché sui social network si è conquistata il titolo di “peggiore madre del mondo”. Sappiamo che se c’è una cosa che siamo bravi a fare, è giudicare. Soprattutto tra mamme, quando mi capita di leggere discussioni, sotto un post o in qualche gruppo, non c’è una sola volta in cui non vedo una litigata! Questo accade perché ognuna di noi la pensa in modo diverso, com’è giusto che sia.

Ma credo che ogni mamma sappia quale sia il giusto metodo per educare e crescere i propri figli e non sta a nessuna di noi giudicare il suo operato. Se ci chiede un consiglio e vogliamo darglielo, ben venga ma dovremmo imparare a non giudicare, soprattutto se non si conosce una persona ne il motivo per cui ha compiuto un determinato gesto. Ma torniamo a noi… questa mamma si chiama Jaime Primak Sullivan ed è americana.

“Una sera, dopo cena, ho portato i miei 3 bambini a prendere un gelato al Dairy Queen. Abbiamo preso il numero e scelto i gelati da ordinare. Abbiamo rispettato la fila e siamo stati chiamati dopo circa 5 minuti. La ragazza che ci ha servito aveva circa 17 anni, si è rivolta gentilmente ad ogni mio bambino e ha dato loro il gelato che desideravano.

Nessuno dei 3 la guardò negli occhi. Nessuno la ringraziò. Ne a lei, ne tantomeno a me. Così ho aspettato… ho contato fino a 10 nella mia testa, ho aspettato che iniziassero a mangiare il gelato, ho salutato la ragazza e li ho portati fuori dalla gelateria. Con molta calma, ho preso i loro gelati e li ho buttati nel primo cestino che ho visto. La più piccola ha iniziato a piangere e urlare, gli altri due non capivano, mi fissavano sconvolti.

Ho aspettato che la situazione si calmasse e che il loro silenzio mi permettesse di parlare. Gli ho spiegato che un giorno, sarebbero stati fortunati a trovare un lavoro all’età di quella ragazza. E poi ho domandato loro se gli sarebbe piaciuto servire tutto il giorno ed essere ignorati, senza ricevere nemmeno un grazie. 8,7 e 5 anni, erano in grado di capire quanto fossero stati ingrati e maleducati. Dovevano usare le buone maniere, perché io gliele avevo insegnate! E, invece, oggi sono considerata la peggiore madre del mondo. “

Il metodo di questa mamma è stato piuttosto discusso, c’è chi ha visto la sua azione esagerata, definendola una pessima madre e chi, al contrario, l’ha applaudita. Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra opinione!