Filastrocche dal mondo

Filastrocche dal mondo: ecco le storie più famose, con traduzione e spiegazione della morale di ognuna di queste

Home > Mamma > Filastrocche dal mondo

Filastrocche dal mondo hanno sempre una morale da insegnare. Ogni cultura ha i suoi racconti e le sue storie da raccontare ai bambini per insegnare loro tante cose che possono servire per il futuro. Quali sono le più famose e le più diffuse?

Le più belle fiabe del mondo

Benedetta Montagnoli, Product Manager nel team di Linguistica Computazionale ed esperta di glottodidattica, con Babbel ha deciso di spiegare le favole del mondo più famose. “Nei tempi in cui la tradizione orale era più forte, ogni cultura trasmetteva di generazione in generazione il bagaglio culturale e le caratteristiche della propria società. Quale mezzo migliore che le filastrocche per bambini che si imparavano a memoria fino da piccoli? Poterle leggere in altre lingue ci accompagna in un viaggio attraverso le radici di altre società e ci rivela le loro caratteristiche più profonde”.

Italia: il latino e le tre civette

Ambarabà ciccì coccò
tre civette sul comò
che facevano l’amore
con la figlia del dottore;
il dottore si ammalò
ambarabà ciccì coccò!

Una filastrocca che sembra un nonsense, ma che forse deriva da una conta in latino. Anche Umberto Eco ha provato a spiegarla una volta!

Spagna e America Latina: El Coco, “l’uomo nero”

Duérmete niño
Duérmete ya
Que viene el coco
Y te llevará.

Duérmete niño
Duérmete ya
Que viene el coco
Y te comerá.

Traduzione: Dormi bambino, dormi già, che viene il “coco” e ti prenderà. Dormi bambino, dormi già, che viene il “coco” e ti mangerà.

L’uomo nero spaventa i bambini per farli dormire: se non fanno i bravi, li porta via e li divora. Una storia decisamente horror, ma anche noi in Italia abbiamo filastrocche di questo genere.

Germania

Maikäfer, flieg
Der Vater ist im Krieg
Die Mutter ist in Pommerland
Pommerland ist abgebrannt
Maikäfer, flieg

Traduzione: Vola maggiolino, il papà è in guerra, la mamma è in Pomerania, la Pomerania è bruciata, vola maggiolino.

La filastrocca è nata durante la seconda guerra mondiale. Il maggiolino era il simbolo per parlare delle vittime innocenti della guerra.

Le più belle fiabe del mondo

Francia

J’ai du bon tabac dans ma tabatière
J’ai du bon tabac tu n’en auras pas
J’en ai du fin et du bien râpé
Mais ce n’est pas pour ton vilain nez
J’ai du bon tabac dans ma tabatière
J’ai du bon tabac tu n’en auras pas

Traduzione: Ho del buon tabacco nella mia tabacchiera, ho del buon tabacco ma tu non ne avrai neanche un po’. Ne ho di buona qualità e ben sminuzzato, ma non è per il tuo brutto naso. Ho del buon tabacco nella mia tabacchiera, ho del buon tabacco ma tu non ne avrai neanche un po’.

Il tabacco in una filastrocca per bambini? Davvero strani i bambini francesi!

Brasile

O cravo brigou com a rosa
Debaixo de uma sacada
O cravo saiu ferido
E a rosa despedaçada
O cravo ficou doente
E a rosa foi visitar
O cravo teve um desmaio
E a rosa pôs-se a chorar
A rosa fez serenata
O cravo foi espiar
E as flores fizeram festa
Porque eles vão se casar
Traduzione: Il garofano ha litigato con la rosa, sotto un balcone. Il garofano è stato ferito e la rosa ha perso i petali
Il garofano si è ammalato e la rosa è andata a trovarlo. Il garofano è svenuto e la rosa ha cominciato a piangere. La rosa ha fatto una serenata, il garofano la stava spiando e i fiori hanno fatto una festa perché (i due) si sarebbero sposati

La violenza domestica, i litigi, ferirsi: in Brasile purtroppo è un fenomeno diffuso.

Inghilterra

Jack and Jill went up the hill
To fetch a pail of water.
Jack fell down and broke his crown,
And Jill came tumbling after.

Up Jack got, and home did trot,
As fast as he could caper,
He went to bed to mend his head,
With vinegar and brown paper

Traduzione: Jack e Jill sono saliti sulla collina per prendere un secchio d’acqua. Jack è caduto e ha rotto la sua corona e Jill gli è rotolata dietro. Jack si è rialzato ed è corso a casa, più veloce che poteva. È andato a letto per guarire la ferita alla testa con aceto e carta da pacchi.

Due persone qualunque raccontate nella loro quotidianità, fatta anche di eccessi, e fatti storici realmente accaduti.