Gravidanza ad alto rischio

Le dissero che era una gravidanza ad alto rischio, aspettava quattro bambini, rischiava l'aborto spontaneo ed erano mentalizzati alla possibilità che i piccoli avessero gravi anomalie cromosomiche, ma al momento della nascita rimasero tutti col fiato sospeso.

Home > Mamma > Gravidanza > Gravidanza ad alto rischio

Non possiamo negare che una delle più grandi benedizioni di ogni donna sia quella di essere madre. Per molti, dare alla luce un figlio ed avere una grande famiglia, è un bellissimo ciclo che merita senza dubbio di essere vissuto. Katie e Charlie Ferraro sono una di quelle coppie che hanno sempre desiderato una famiglia numerosa.

Quando hanno scoperto che stavano aspettando ben quattro gemelli, il loro cuore si è riempito di felicità nel vedere il loro sogno realizzarsi. La giovane coppia aveva già una bambina di un anno di nome Molly, quindi divenne rapidamente una famiglia di sette persone. Sebbene la notizia abbia reso felice la coppia, la paura era sempre presente. Katie ha avuto una gravidanza ad alto rischio, ed i medici le hanno detto che era altamente probabile che avesse anomalie cromosomiche o che subisse un aborto spontaneo.

Sebbene avessero programmato una data per l’intervento, il loro medico di famiglia gli disse che il momento del parto sarebbe potuto arrivare da un momento all’altro. Fece quindi una sorta di piano di emergenza per offrire loro un parto sicuro in qualsiasi momento.

Con il progredire della gravidanza, Katie si faceva molte domande: “Di che tipo di interventi chirurgici potrebbero aver bisogno? Per quanto tempo resteranno in terapia intensiva? Sarà mai possibile che nascano tutti e quattro malati?

Fortunatamente, Katie ha avuto un taglio cesareo come previsto. La coppia non conosceva il sesso dei bambini, quindi questo ha dato al piccolo pacchetto di gioia che si aspettavano una maggiore suspence.

In sala operatoria c’era un’équipe medica che curava ogni singolo bambino con la dovuta attenzione. Anche Katie era a rischio: la dottoressa Joanna Adamczak le disse che a differenza di una nascita con uno o due bambini, il suo utero avrebbe subito una grande espansione, e di conseguenza una maggior possibiltà di emoragie. Katie ha dato alla luce all’ospedale Sharp Mary Birch, a San Diego.

Il primo fu Charlie Albert, un bambino che pesava 1,8 chilogrammi. Poi la piccola Claire Bonaventure, una bambina che pesava 1,9 chilogrammi. Successivamente un altro fratellino che hanno chiamato Henry Cornelius, che pesa 1,3 chilogrammi, ed infine Dillon Christopher che pesava 1,4 chilogrammi. I bambini sono nati a un solo minuto di distanza gli uni dagli altri.

Sorprendentemente i quattro bambini sono nati totalmente sani, ed era solo necessario che trascorressero un mese in terapia intensiva neonatale. Una volta terminato questo lasso di tempo, Katie e Charlie avrebbero potuto portare i bambini a casa.


Il risultato ha sorpreso il personale medico e ha infranto tutte le previsioni. I Ferraros stanno realizzando il loro sogno di essere una grande famiglia e ora si godono i loro bellissimi bambini.