Il papà fumatore danneggia il DNA del nascituro

Gravidanza: anche il padre fumatore può danneggiare il DNA del nascituro.

Home > Mamma > Gravidanza > Il papà fumatore danneggia il DNA del nascituro

Gravidanza: anche il padre fumatore può danneggiare il DNA del nascituro. Uno studio ha rivelato che il futuro padre che fuma, può aumentare il rischio del bambino di sviluppare difetti cardiaci congeniti, la principale causa di natimortalità.

Il cuore congenito colpisce otto bambini su 1.000 nati in tutto il mondo. La prognosi e la qualità della vita continuano a migliorare con interventi innovativi, ma gli effetti sono ancora duraturi. I risultati, pubblicati sull’European Journal of Preventive Cardiology, suggeriscono che i futuri padri dovrebbero smettere di fumare. “I padri sono una grande fonte di fumo passivo per le donne incinte, che sembra essere ancora più dannoso per i bambini non ancora nati rispetto al fumo passivo delle donne in gravidanza”, ha detto Qin Jiabi, da Central South University in Cina. “Il fumo è teratogeno, il che significa che può causare malformazioni dello sviluppo. L’associazione che si occupa dei futuri genitori fumatori e il rischio di difetti cardiaci congeniti, ha attirato sempre più attenzione con il crescente numero di fumatori in età fertile”, ha detto Qin.

Secondo i ricercatori, questa è stata la prima meta-analisi per esaminare le relazioni tra il fumo paterno e il fumo passivo materno e il rischio di difetti cardiaci congeniti nella prole. Le analisi precedenti si sono concentrate sulle donne fumatrici. Il fumo nei futuri padri e l’esposizione al fumo passivo nelle donne in gravidanza, sono più comuni rispetto al fumo nelle donne in gravidanza.

Tutti i tipi di fumo parentale sono stati associati al rischio di difetti cardiaci congeniti, con un aumento del 74% per gli uomini che fumano, del 124% per il fumo passivo nelle donne e del 25% per le donne rispetto all’esposizione al fumo. Questa è stata anche la prima recensione per esaminare il fumo in diverse fasi della gravidanza e il rischio di difetti cardiaci congeniti. Le donne dovrebbero smettere di fumare prima di provare a rimanere incinta per assicurarsi che siano senza fumo quando concepiscono.

Stare lontano dalle persone che fumano è anche importante. I datori di lavoro possono aiutare la donna incinta a fumare in luoghi lontani e soprattutto aperti. I medici e gli operatori sanitari di base devono fare di più per pubblicizzare ed educare i futuri genitori sui potenziali rischi del fumo per il loro bambino non ancora nato.