Pensava di aver mangiato cibo avariato

Un giorno improvvisamente era a casa e cominciò ad avere forti dolori di stomaco. Pensava di aver mangiato cibo avariato, ma quando vide quello che c'era nel suo stomaco...

Diventare madre non è una passeggiata. Un bambino arriva per cambiare le nostre vite per sempre, quindi tutte le donne cercano di sfruttare al massimo i nove mesi di attesa per prepararsi al meglio. Carla Collazo invece non sapeva nemmeno di essere incinta e quello che pensava fosse un forte mal di stomaco era invece un parto vero e proprio.

Carla è rimasta incinta a 37 anni.

Per molto tempo, Collazo aveva cercato di diventare madre. Tuttavia, i medici le avevano detto che soffriva di una sindrome che riduceva significativamente le sue possibilità di concepire.

Si trattava di ovaie policistiche, note anche come sindrome di Stein-Leventhal. Questa sindrome produce un forte scompenso ormonale, la formazione di più cisti e nella difficoltà a rimanere incinta.

Ci ho provato per anni ma non ce l’ho mai fatta. Alla fine mi sono detto: ‘Non succederà più‘.

Sebbene avesse perso ogni speranza, Collazo iniziò ad avere strani sintomi. Le sue caviglie si erano gonfiate ed era sempre un po’ stanca negli ultimi mesi. Non aveva preso più peso del normale, ma ha preferito fare tre test di gravidanza per escludere qualsiasi possibilità.

Carla vive nel Delaware negli Stati Uniti.

Tutti i test risultarono negativi, quindi pensò semplicemente di essere un po’ stanca per via del troppo lavoro. Ma un giorno improvvisamente Collazo era a casa e cominciò ad avere forti dolori di stomaco.

Pensava che fosse dovuto all’aver mangiato del cibo avariato ma si trattava dell’inizio delle contrazioni.

Carla Collazo ha partorito il 25 agosto.

Senza nemmeno avere il tempo di elaborare cosa le stava succedendo ha “semplicemente” partorito. Era a casa con sua cognata, Alexandra Santos, che ha chiamato l’ambulanza e l’ha aiutata durante la nascita del bambino.

È successo tutto così in fretta. Aveva una placenta in mano e io avevo il bambino nella mia.

Grazie alle istruzioni ricevute dai paramedici, Alexandra ha legato il cordone ombelicale con un laccio per le scarpe . La bambina è nata perfettamente sana e in un’immagine scioccante puoi vederla tra le braccia di sua madre confusa .

È una bellissima bambina. Mi ha guardato dritta negli occhi.

L’hanno chiamata Amoura Rose. Lei e sua madre sono state portate subito in ospedale per ricevere assistenza e tenerle sotto osservazione. Fortunatamente, tutto sembra andare per il meglio e sono tornate a casa dopo breve tempo, per continuare questa nuova meravigliosa e insperata avventura di una nuova famiglia.

18 cose da fare con il partner durante la gravidanza

Gravidanza: da 20 a 40 settimane

Si può rimanere incinta prendendo la pillola?

App per rimanere incinta: quali sono le migliori

L'ipotesi di un caso, altrimenti inspiegabile

Sintomi che il parto si avvicina

Acido folico a cosa serve in gravidanza