Stress in gravidanza, i rischi che si corrono

Stress in gravidanza, quali sono i rischi che mamma e bambino possono correre se la donna è stressata nei nove mesi di gestazione?

Home > Mamma > Gravidanza > Stress in gravidanza, i rischi che si corrono

Stress in gravidanza, sono tanti i motivi per cui una donna che aspetta un bambino dovrebbe rimanere il più calma possibile. I rischi a cui va infatti incontro e a cui espone il piccolo che porta in grembo sono numerosi. Anche se mantenere la calma non è sempre così facile.

Sicuramente lo stress è una malattia sempre più presente nel nostro mondo. Ne soffrono quasi tutti, persino i bambini sovraccaricati di impegni e oberati di cose da fare come i grandi. Cosa succede quando a soffrire di stress è una donna in gravidanza? Ci sono studi che affermano che i rischi che si corrono sono davvero numerosi.

Aborti spontanei

Un recente studio condotto in Guatemala ha scoperto che le donne che avevano avuto un aborto spontaneo presentavano valori di cortisolo nelle urine decisamente più alti. Il cortisolo è l’ormone dello stress, che viene prodotto dal nostro organismo in risposta a situazioni che ci mettono alla prova. Un suo aumento potrebbe essere collegato a un aumento del rischio di avere aborti spontanei.

Gravidanza

Placenta

Altri studi individuano sempre nell’aumento dell’ormone dello stress la causa di problemi alla placenta durante la gravidanza. I ricercatori hanno scoperto che potrebbero ridursi gli scambi di nutrimento e di ossigeno tra la mamma e il bambino. Quest’ultimo potrebbe crescere meno rispetto alla media, arrivando a nascere con un peso inferiore.

Difese immunitarie del bambino

Lo stress della mamma potrebbe influire anche sul sistema immunitario del bambino, che sarebbe più incline, una volta venuto al mondo, ad ammalarsi di malattie anche respiratorie, come l’asma.

Rischio di sviluppare malattie

Sempre il cortisolo, poi, sarebbe responsabile dell’aumento di rischio di sviluppare malattie neuropsichiatriche, cardiovascolari e metaboliche. Conseguenza che i bambini si portano dietro dalla nascita e fino all’età adulta.